Fondazione EIT: i giovani leader presentano soluzioni innovative per il futuro dell’Europa

Trenta giovani leader del mondo degli affari, del mondo accademico e della ricerca hanno condiviso le loro idee ispiratrici con i responsabili politici e i dirigenti aziendali del Forum annuale dell’innovazione dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) a Bruxelles oggi. I giovani professionisti, imprenditori e studenti hanno presentato idee per opportunità di business in settori che vanno dall’assistenza sanitaria alla produzione di energia e alle informazioni di mercato. Il programma dei giovani leader della Fondazione EIT mira a scoprire una nuova generazione di imprenditori di talento in grado di guidare lo sviluppo di un’innovazione sostenibile nell’UE.

L’UE dice che dovremmo glorificare i nostri imprenditori: i creatori di Skype, Spotify e Angry Birds informano l’UE – la prima fase della campagna “Startup Europe”

La maggior parte delle persone pensa alla Silicon Valley negli Stati Uniti quando pensano alla tecnologia e agli imprenditori: la Commissione europea vuole che i giovani europei siano ispirati da imprenditori locali, quindi le loro idee brillanti iniziano e rimangono in Europa. Con l’aiuto dei creatori di Spotify, Angry Birds, Tuenti, Skype, SeedCamp, HackFwd, Tech City di Londra e TheNextWeb, la Commissione sta creando una piattaforma per gli star star per raccontare le loro storie di ispirazione e frustrazione, per svegliare giovani europei e leader al potenziale delle carriere imprenditoriali.

La Commissione europea lancia Grand Coalition for Digital Jobs

Il presidente della Commissione José Manuel Barroso ha invitato oggi i settori delle imprese digitali, dei governi, della formazione e dell’istruzione a unirsi a una grande coalizione per i lavori digitali per affrontare fino a 900 000 posti di lavoro vacanti esistenti in Europa nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) entro il 2015. Nonostante gli attuali livelli di disoccupazione, il numero di posti di lavoro digitali sta crescendo di oltre 100.000 all’anno. Eppure il numero di nuovi laureati in ICT e di lavoratori qualificati nel settore ICT non sta tenendo il passo.