RevLifter, con sede a Londra, raccoglie € 2,6 milioni per creare offerte di e-commerce personalizzate e ridurre i tassi di abbandono del carrello

RevLifter, con sede a Londra, raccoglie € 2,6 milioni per creare offerte di e-commerce personalizzate e ridurre i tassi di abbandono del carrello

revlifter-team

Il “Deal Intelligence Engine” basato su AI di RevLifter, con sede a Londra, consente ai negozi di e-commerce di stabilire regole sofisticate che personalizzano gli incentivi in ​​fase di pagamento, riducendo i tassi di abbandono del carrello. Queste regole possono essere basate su vari fattori individuali come la geolocalizzazione, il tempo, il valore della vita del cliente o se l’utente è un cliente nuovo o esistente.

Fondata nel 2017, Revlifter ha raccolto € 2,6 milioni in un round seed guidato da un gruppo di investitori nuovi ed esistenti tra cui Coutts.

La startup influenza già ogni giorno circa 10 milioni di cestini online, offrendo offerte personalizzate per 90 marchi globali, con un portafoglio clienti che comprende marchi leader come HP, Puma, EE, Carphone Warehouse, Verizon, AT&T, Clarks e The Hut Group.

RevLifter prevede di utilizzare i finanziamenti per rafforzare la sua presenza negli Stati Uniti, dove la crescita si sta intensificando rapidamente, non solo per le dimensioni del mercato, ma per il particolare appetito che il consumatore americano ha per gli affari e gli incentivi. Gli Stati Uniti rappresentano attualmente il 30% della base clienti di RevLifter e l’avvio prevede che gli Stati Uniti rappresenteranno il 70% delle sue attività entro il 2022.

I co-fondatori di RevLifter, Simon Bird e Ryan Kliszat, hanno due decenni di esperienza nell’e-commerce e nel marketing di affiliazione tra loro, e credono che ci sia un’opportunità attualmente mancata dalla maggior parte dei marchi di e-commerce per creare accordi reciprocamente vantaggiosi che si adattano ai singoli clienti e raggiungere obiettivi strategici del marchio allo stesso tempo.

“Le offerte sono attualmente promozioni pre-pianificate e standardizzate per le masse o coinvolgono clienti che cercano codici sconto su siti di terze parti per offerte che in realtà annullano la tua strategia di marketing”, ha affermato Bird. “Stiamo aprendo gli occhi degli esperti di marketing sul potenziale per gli accordi per raggiungere qualunque cosa sia richiesta dalla strategia aziendale. Potrebbe essere un marchio di moda che mira a incoraggiare un numero maggiore di clienti di determinate dimensioni o un rivenditore di elettronica che desidera massimizzare i margini di profitto per paniere. La realtà che possono farlo mentre soddisfano meglio le esigenze individuali di ogni singolo cliente in tempo reale, rappresenta un’enorme opportunità ”.

“Dalla collaborazione con RevLifter abbiamo creato un algoritmo AI che passa attraverso milioni di punti dati per trovare l’affare che offre il miglior valore per il cliente e il miglior margine per noi in tempo reale; una vera vittoria “, ha dichiarato Jay Karsandas di Mobiles.co.uk. “Siamo davvero entusiasti della direzione futura di RevLifter e della visione che i fondatori hanno riguardo al nuovo ruolo dinamico che gli accordi iper-personalizzati possono svolgere all’interno di una strategia di marketing”.

Cogito Capital, con sede a Varsavia, completa la prima chiusura del suo Fondo Cogito I a € 55 milioni per investire in round di fase avanzata nella CEE

Cogito Capital, con sede a Varsavia, completa la prima chiusura del suo Fondo Cogito I a € 55 milioni per investire in round di fase avanzata nella CEE

cogito-capital

Con sede a Varsavia, Cogito Capital ha completato la sua prima chiusura del suo Fondo Cogito I a € 55 milioni. Il fondo si concentrerà su software B2B in fase avanzata e in fase di crescita, fintech e startup di mobilità nella CEE.

Cogito investirà prevalentemente in società tecnologiche di serie B e C che operano in Europa centrale che hanno il potenziale per espandersi o stanno già crescendo in altri mercati europei e negli Stati Uniti. Negli ultimi anni i paesi dell’Europa centrale hanno sempre più avuto successi globali come UIPath, TransferWise, Taxify, CD Project, Skype e AVG. Cogito intende trarre vantaggio da questa crescente pipeline di interessanti opportunità di investimento e, con un team con sede a Varsavia e New York, la società VC è pronta a supportare le società di portafoglio nella loro espansione internazionale.

Il Fondo europeo per gli investimenti come principale investitore nel nuovo fondo, insieme al Fondo PFR KOFFI e al Fondo PFR NCBR CVC gestito dal Fondo polacco di sviluppo (PFR), nonché da altri investitori professionali.

Cogito Capital è stata fondata nel 2018 da Sylwester Janik e Martin Jasinski, capitale di rischio e dirigenti aziendali con 25 anni di esperienza nel settore tecnologico e VC internazionale.

“Siamo lieti di lanciare il nostro primo fondo con un così forte supporto istituzionale da parte del FEI come investitore di ancoraggio e il PFR come investitore locale, facendo di Cogito il primo caso del fondo in fase di crescita incentrato sulla CEE”, ha affermato il General Partner di Cogito , Sylwester Janik.

“Siamo lieti di accompagnare Cogito Fund I nella ricerca di aziende innovative in Polonia e nell’Europa centrale, una regione con un forte potenziale in termini di innovazione e creatività”, ha affermato l’amministratore delegato del FEI Pier Luigi Gilibert. “In qualità di fornitore leader di capitale di rischio in Europa, il FEI è convinto che sostenere le startup mentre cercano di affermarsi e crescere è la chiave per garantire che il loro lavoro possa avere un impatto materiale sull’economia. Siamo inoltre felici di collaborare con il Fondo di sviluppo polacco per finanziare i futuri protagonisti dell’economia polacca ”.

Cogito ha già effettuato il suo primo investimento in MarketInvoice, con sede a Londra, la più grande piattaforma di finanziamento di fatture online in Europa, unendosi al round di Serie B da € 30 milioni a gennaio . Il team di Cogito supporterà la società nel lancio di un programma di “partnership transnazionali di banche fintech” e nell’espansione in nuovi mercati in Europa, tra cui la Polonia.

LIV con sede a Praga raccoglie € 900k per colmare il divario tra creatori di contenuti VR e spettatori

LIV con sede a Praga raccoglie € 900k per colmare il divario tra creatori di contenuti VR e spettatori

Liv-founder

Con sede a Praga, LIV ritiene che l’esperienza degli spettatori per l’intrattenimento, i giochi e lo sport possa essere infinitamente migliorata attraverso la realtà virtuale. Utilizzando la realtà mista, la tecnologia LIV consente al pubblico di interagire con il gameplay VR in tempo reale.

Fondata nel 2016, LIV ha appena ricevuto un investimento di € 900.000. La startup è supportata da Seedcamp, TechStars e Credo Ventures, insieme a angel investitori tra cui Palmer Luckey, fondatore di Oculus e designer di Oculus Rift, e Jaroslav Beck, CEO e co-fondatore dello studio di giochi VR Beat Games.

Con il finanziamento, LIV continuerà a costruire la sua piattaforma di streaming live VR integrata e l’interazione del pubblico in tempo reale per streamer e sviluppatori di giochi, consentendo ai creatori di crescere e coinvolgere il loro pubblico ovunque l’esperienza VR li porti.

“Pensiamo che la realtà virtuale sia la piattaforma di elaborazione finale e in un mondo in cui la realtà virtuale è fondamentale abbiamo bisogno di strumenti per creatori e sviluppatori per condividere le loro esperienze in tempo reale”, ha dichiarato il CEO e fondatore di LIV AJ Shewki. “In VR, tutto il tuo corpo è il tuo controller e abbiamo dovuto includere quella sfumatura umana nell’esperienza dello spettatore. Abbiamo portato la realtà virtuale da un’esperienza “da provare a credere” a qualcosa che puoi guardare su uno schermo 2D pur comprendendo davvero la magia di sei gradi di libertà che offre la realtà virtuale.

“Abbiamo alcuni pionieri nel nostro campo nel team e ora siamo supportati da persone e aziende che hanno creato la realtà virtuale come la conosciamo. Insieme stiamo svolgendo un ruolo fondamentale nel plasmare il futuro del settore. Il nostro kit viene spinto sempre più lontano e tutti i nostri partner, creatori e pubblico sono entusiasti quanto noi per vedere cosa verrà dopo. “

L’app LIV è stata finora scaricata oltre 34.000 volte ed è responsabile dell’esperienza visiva della sensazione virale di Beat Games Beat Sabre nel 2018 , che ha ricevuto oltre 1,5 miliardi di visualizzazioni a livello globale, aprendo la strada a come la VR dovrebbe essere vista su schermi 2D.

“LIV ha contribuito alla crescita della consapevolezza globale del marchio di Beat Games. Il video di Beat Sabre ci ha girato da un gioco VR previsto a una sensazione globale “, ha dichiarato Jaroslav Beck, CEO di Beat Games. “Gran parte di ciò è dovuto a LIV. Come investitore iniziale, abbiamo visto il potenziale per rendere lo streaming di giochi VR un’attività familiare e da quello che possiamo vedere, il team si sta appena scaldando. Dal punto di vista degli sviluppatori, il loro SDK è semplicissimo da integrare e la loro comunità di creatori è la più grande al mondo, entrambi fattori importanti nella nostra decisione di lavorare con loro “.

Oculus ha già utilizzato la tecnologia LIV per alimentare tutti i filmati di realtà mista nei trailer di rilascio di Oculus Quest .

“Ho creato Oculus Rift perché volevo la capacità di trasportarmi in mondi virtuali”, ha dichiarato Palmer Luckey, creatore e fondatore di Oculus Rift. “AJ e il suo team hanno compiuto il passo successivo verso tale obiettivo, consentendo ai creatori e agli sviluppatori di presentare se stessi e i loro avatar come vogliono durante i giochi e le trasmissioni dal vivo. Adoro quello che hanno già fatto e sono un investitore perché sono così entusiasta di quello che faranno dopo. “

LearnWorlds con sede a Londra e Cipro raccoglie € 1 milione per la sua piattaforma che consente a chiunque di lanciare la propria scuola online

LearnWorlds con sede a Londra e Cipro raccoglie € 1 milione per la sua piattaforma che consente a chiunque di lanciare la propria scuola online

learnworlds

LearnWorlds è una piattaforma di e-learning che combina video interattivi, e-book e funzionalità social, consentendo a chiunque di creare esperienze di apprendimento divertenti. Sulla sua piattaforma, chiunque abbia qualcosa da insegnare può lanciare una scuola online redditizia.

Fondata nel 2014 a Cipro, ma ora con sede a Londra, LearnWorlds ha annunciato il suo primo investimento di € 1 milione da Marathon Venture Capital. Il finanziamento consentirà alla startup di migliorare le proprie offerte per soddisfare le esigenze delle scuole online su larga scala, delle aziende che desiderano educare i propri clienti e delle organizzazioni alla ricerca di una piattaforma di apprendimento facile da usare per formare il proprio personale.

“L’apprendimento è il modo più efficace, garantito e soddisfacente per cambiare una vita, e il futuro dell’apprendimento è online”, ha affermato Panos Siozos, CEO e co-fondatore di LearnWorlds. “LearnWorlds è un ‘Shopify per l’economia della conoscenza’, che aiuta gli istruttori a monetizzare le loro abilità raggiungendo un vasto pubblico e trasformando la vita di milioni di studenti. Il nostro team è focalizzato sul laser per il successo dei nostri clienti. Abbiamo deciso di aumentare il nostro primo investimento esterno per spostarci più velocemente, aumentare la nostra capacità di vendita e aggiungere funzionalità che ci consentiranno di servire meglio scuole su larga scala e clienti aziendali. ”

LearnWorlds è cresciuto rapidamente e conta già oltre 1.000 clienti in oltre 70 paesi, che vanno da editori solisti a organizzazioni di formazione professionale, grandi aziende tecnologiche e agenzie governative. Più della metà dei suoi clienti ha sede negli Stati Uniti.

“LearnWorlds è una rara razza di società che ha avviato la propria attività alla redditività godendo di una crescita rapida, delirando le recensioni dei clienti e una base di clienti diversificata”, ha affermato Panos Papadopoulos, partner di Marathon Venture Capital. “Siamo entusiasti di collaborare con un team di esperti che fornisce una soluzione leader di mercato per la creazione di nuove esperienze educative. Vediamo un futuro in cui l’apprendimento è sempre più facilitato da un pool distribuito di creatori di contenuti che costruisce un pubblico proprietario online e crediamo che LearnWorlds giocherà un ruolo al riguardo. Siamo rimasti affascinati dall’ampiezza dei casi d’uso già in gioco nella piattaforma, che spaziano attraverso lo spettro di abilità personali e professionali, dagli hobby alle accademie di software aziendali. “

LearnWorlds attualmente vanta 25 dipendenti a tempo pieno con un forte background di ricerca e sviluppo e sta attualmente espandendo il suo team attraverso ruoli. La sua soluzione end-to-end comprende tutti gli aspetti della creazione e gestione di un’accademia online, a partire da strumenti di authoring pluripremiati per la creazione di corsi online interattivi, fino alla monetizzazione, marketing, certificazioni e analisi. LearnWorlds è molto apprezzato nei siti di recensioni degli utenti come G2 Crowd e Capterra, ed è costantemente classificato tra le prime cinque piattaforme di corsi in tutto il mondo.

La startup blockchain-regtech austriaca Blockpit raccoglie € 2,5 milioni dall'European Super Angels Club per calcolare le tasse per la criptovaluta

La startup blockchain-regtech austriaca Blockpit raccoglie € 2,5 milioni dall'European Super Angels Club per calcolare le tasse per la criptovaluta

blockpit-founders

Startup blockchain-regtech austriaca Blockpit sviluppa software per il monitoraggio del portafoglio, il calcolo delle imposte e la reportistica conforme delle transazioni per criptovalute e cripto-attività. I suoi clienti includono privati ​​e istituzioni come banche e autorità fiscali.

I membri dell’European Super Angels Club hanno investito per la prima volta nel Blockpit Blockchain-Regtech a luglio 2018 e ora hanno raddoppiato i loro investimenti con un ulteriore round di investimenti a seguito del continuo sviluppo positivo del business.

Berthold Baurek-Karlic, fondatore di Venionaire Capital e presidente dell’European Super Angels Club, vede la blockchain-regtech come un “antidolorifico” per il settore finanziario, sottolineando l’elevata domanda di tali soluzioni in questo settore.

“Diverse banche globali sono state condannate a pesanti multe negli ultimi anni per non aver rispettato puntualmente le normative antiriciclaggio come AML4”, ha affermato Baurek-Karlic. Blockpit fornisce la prova dell’origine per le transazioni crittografiche e la necessaria trasparenza quando i profitti derivanti da tali operazioni vengono scambiati in altre valute o trasferiti sul tuo conto bancario. La soluzione calcola anche se e fino a che punto esiste una possibile passività fiscale “.

Parte dell’accordo era un ulteriore acquisto di token di sicurezza (token TAX) da parte dei membri del club. Il token TAX di Blockpit è il primo token di sicurezza emesso in Austria ai sensi della legge austriaca e garantisce agli investitori il diritto a una quota delle entrate future. Grazie a questa nuova forma di finanziamento, Blockpit è stato in grado di raccogliere oltre 2,5 milioni di euro in meno di quattro mesi.

“La combinazione di diverse forme di finanziamento è l’ideale per la nostra ulteriore crescita”, ha spiegato Florian Wimmer, CEO e co-fondatore di Blockpit. “Ci fornisce la liquidità necessaria e ci consente di mantenere quote più elevate nella nostra azienda. L’obiettivo del round di finanziamento è di raccogliere 5 milioni di euro entro la fine dell’anno. Abbiamo già raggiunto la metà di questa cifra più velocemente del previsto. “

La startup blockchain-regtech austriaca Blockpit raccoglie € 2,5 milioni dall'European Super Angels Club per calcolare le tasse per la criptovaluta

La startup blockchain-regtech austriaca Blockpit raccoglie € 2,5 milioni dall'European Super Angels Club per calcolare le tasse per la criptovaluta

blockpit-founders

Startup blockchain-regtech austriaca Blockpit sviluppa software per il monitoraggio del portafoglio, il calcolo delle imposte e la reportistica conforme delle transazioni per criptovalute e cripto-attività. I suoi clienti includono privati ​​e istituzioni come banche e autorità fiscali.

I membri dell’European Super Angels Club hanno investito per la prima volta nel Blockpit Blockchain-Regtech a luglio 2018 e ora hanno raddoppiato i loro investimenti con un ulteriore round di investimenti a seguito del continuo sviluppo positivo del business.

Berthold Baurek-Karlic, fondatore di Venionaire Capital e presidente dell’European Super Angels Club, vede la blockchain-regtech come un “antidolorifico” per il settore finanziario, sottolineando l’elevata domanda di tali soluzioni in questo settore.

“Diverse banche globali sono state condannate a pesanti multe negli ultimi anni per non aver rispettato puntualmente le normative antiriciclaggio come AML4”, ha affermato Baurek-Karlic. Blockpit fornisce la prova dell’origine per le transazioni crittografiche e la necessaria trasparenza quando i profitti derivanti da tali operazioni vengono scambiati in altre valute o trasferiti sul tuo conto bancario. La soluzione calcola anche se e fino a che punto esiste una possibile passività fiscale “.

Parte dell’accordo era un ulteriore acquisto di token di sicurezza (token TAX) da parte dei membri del club. Il token TAX di Blockpit è il primo token di sicurezza emesso in Austria ai sensi della legge austriaca e garantisce agli investitori il diritto a una quota delle entrate future. Grazie a questa nuova forma di finanziamento, Blockpit è stato in grado di raccogliere oltre 2,5 milioni di euro in meno di quattro mesi.

“La combinazione di diverse forme di finanziamento è l’ideale per la nostra ulteriore crescita”, ha spiegato Florian Wimmer, CEO e co-fondatore di Blockpit. “Ci fornisce la liquidità necessaria e ci consente di mantenere quote più elevate nella nostra azienda. L’obiettivo del round di finanziamento è di raccogliere 5 milioni di euro entro la fine dell’anno. Abbiamo già raggiunto la metà di questa cifra più velocemente del previsto. “