La storia di successo della startup slovacca Culcharge

I giovani laureati MBA Jozef Zemla e Viktor Reviliak di Bratislava, in Slovacchia, hanno trasformato il loro entusiasmo per i gadget in una startup di successo chiamata Culcharge che il crowdfunding ha aiutato a decollare. Culcharge è il più piccolo cavo di ricarica USB per iPhone e Android che ti consente di caricare il tuo dispositivo mentre sei in movimento. Il cavo USB offre un dispositivo “Tutto in uno” compatibile con tutti i principali marchi di smartphone sul mercato (iPhone, Samsung, HTC, Blackberry, Sony, Nokia, LG e Motorola) garantendo la massima flessibilità per gli utenti, indipendentemente dal modo in cui molti telefoni diversi che hanno!

Il team di Culcharge è stato nominato vincitore degli sloveni Startup Awards 2013 (categoria di design) e ora ha puntato l’attenzione sull’espansione internazionale. Questo successo è ancora più dolce dopo una serie di precedenti progetti falliti che avrebbero potuto smorzare il loro spirito imprenditoriale. Queste battute d’arresto iniziali hanno solo rafforzato la loro risoluzione. ” Abbiamo fallito alcune volte, ma abbiamo anche imparato “, dice Josef. Se non fosse per il loro duro lavoro, l’apertura mentale e la capacità di adattamento, Culcharge non raggiungerebbe il successo che è oggi.

Segui il team di Culcharge e scopri di più sui loro prodotti su Facebook , Twitter e Youtube .

Non perdere altre storie di successo di Cipro , Grecia , Portogallo , Italia , Slovacchia e Spagna .

La storia di successo di Startup spagnola Sezion

In parole semplici, Sezion aiuta a trasformare grandi quantità di dati in video online personalizzati. La tecnologia di editing video automatico consente alle aziende e agli sviluppatori di creare nuovi video da quelli preesistenti o persino di creare video da contenuti scritti e audiovisivi su Internet. Immagini, loghi, musica e tutti gli altri contenuti possono essere inclusi con il minimo sforzo. Ciò consente alle aziende di migliorare il loro SEO, il loro marchio e in definitiva far crescere le loro vendite.

Promosso dal sostegno e dai finanziamenti della Commissione europea, ENISA” e il spagnolo della cultura formazione dello sport> , Sezion è stato finalista o semifinalista in oltre una dozzina di premi a Berlino, Tel Aviv, Istanbul, Brasile e Spagna. Un’idea di mercato originale, sostenuta da una passione costante anche nei momenti di difficoltà dei suoi fondatori Jonatan” bertuzzi> e Twitter” e .>

Non perdere altre storie di successo di Cipro , Grecia , Portogallo , Italia , Slovacchia e Spagna .

Servizi di supporto per favorire l'ambiente di crowdfunding incentrato sugli imprenditori web in Europa (contractors Webclusive B.V. e European Crowdfunding Network)

Le attività mireranno a:

• Acquisizione di ulteriori dati e conoscenze sullo stato attuale del settore di crowdfunding relativo al Web in Europa (numero e distribuzione geografica delle piattaforme di crowdfunding relative alle attività web, numero di startup Web che utilizzano il crowdfunding e dati finanziari correlati, possibili problemi e ostacoli che incidono sulla crescita del settore, a livello nazionale e dell’UE).

• Trarre alcune conclusioni, sulla base di quanto sopra, sulle possibili misure che rafforzerebbero ulteriormente l’ambiente di finanziamento delle folle e faciliterebbero la crescita paneuropea del settore.

• Supportare una maggiore visibilità e accessibilità delle esistenti opportunità di finanziamento della folla per gli imprenditori del Web in Europa.

• Contribuire a rafforzare i collegamenti e il collegamento in rete tra le piattaforme di crowdfunding europee esistenti.

• Aumentare il livello di istruzione dei finanziatori e degli imprenditori del Web per quanto riguarda le opportunità di investimento e l’accesso ai finanziamenti attraverso il crowdfunding.

Chi è l'imprenditore tecnologico europeo dell'anno?

La Commissione europea ha scelto di collaborare con uno dei marchi di notizie tecnologiche leader a livello mondiale, The Next Web, per i premi europei.
La Commissione europea e The Next Web sono convinti che gli imprenditori, in particolare nel settore web e tecnologico, possano ora trasformare le economie, guidare l’innovazione e, in effetti, cambiare comunità e industrie. Questo evento è una celebrazione degli imprenditori più influenti e innovativi d’Europa che hanno veramente contribuito a sostenerlo. Dare visibilità ai migliori imprenditori su scala nazionale, regionale e globale.

Maggiori informazioni

Caratteristiche

Ricercato: web-entrepreneurs

L’Europa si rivolge all’imprenditorialità per guidare l’innovazione e la crescita futura. Mentre l’UE si prepara a lanciare la sua nuova strategia di imprenditorialità web, Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione europea, esamina come contribuirà a stimolare l’economia europea e raggiungere gli obiettivi dell’agenda digitale …

Neelie Kroes è anche Commissario dell’Agenda digitale, quindi forse non è un caso che il suo primo post sul blog per il 2013 affronti la necessità di un maggior numero di imprenditori della tecnologia e del web in Europa.

Gli imprenditori del web e della tecnologia escogitano idee e prodotti potenzialmente in grado di cambiare il modo in cui viviamo, lavoriamo, giochiamo, comunichiamo e collaboriamo. Secondo il commissario, il loro lavoro può portare a nuovi posti di lavoro, talvolta in settori e mercati che ancora non esistono: “Queste persone ispiratrici sono all’avanguardia nell’economia digitale e nella ripresa economica dell’UE. Dobbiamo celebrarli e fare in modo che le loro idee possano iniziare in Europa e rimanere in Europa “.

Pertanto, la Commissione è alla ricerca di LeWeb” in dicembre che desiderava anche l diventasse il luogo degli imprenditori del web per aiutare a reagire e ad adattarsi pi rapidamente alle nuove opportunit richieste dell digitale. nel corso di quest la commissione intende presentare una serie misure aumentare lo slancio tra cui un piano d sull sostenere promuovere celebrare questi nell>

Il commissario ha inoltre favorito l’idea di un club dei leader per incoraggiare l’imprenditorialità web come carriera. Diversi imprenditori di livello mondiale saranno reclutati per agire sia come modelli che come consulenti della Commissione europea nel tentativo di rafforzare la cultura imprenditoriale europea.

Nei prossimi mesi, la Commissione cercherà anche di:

  • Sfrutta gli investimenti di avvio web creando una rete europea di acceleratori di business web;
  • Creare la Partnership europea Start-up per rafforzare l’ecosistema di start-up web e di investimento tecnologico; e
  • Promuovi talenti web in Europa attraverso l’educazione, come i Massive Online Open Courses.

La crisi economica che sta affrontando l’Europa e il mondo ha portato a casa la realtà che un lavoro per la vita non può più essere dato per scontato. “Questa è una realtà difficile, ma anche ricca di entusiasmanti possibilità per chi ha il coraggio e il supporto giusto per sognare e creare il proprio futuro”, afferma il commissario Kroes. “Gli imprenditori della tecnologia e del Web sono alcuni di questi creatori di ispirazione: voglio che l’Europa sia il luogo in cui possono sognare, crescere e prosperare”.

Hai quello che serve per essere un Europioneer?

Le nomination sono aperte fino al 14 febbraio per l’imprenditore tecnologico dell’anno. La competizione è organizzata in collaborazione con The Next Web . Ci sarà un giro pubblico di votazioni per selezionare i cinque finalisti ei premi saranno presentati durante una cerimonia di premiazione in aprile.

Ulteriori informazioni:

  • L’intero post sul blog di VP Commissioner Kroes
  • Strategia europea per il cloud computing , intitolata “Sfruttare il potenziale del cloud computing in Europa”, che è stata adottata dalla Commissione europea nel settembre 2012.

    Il comitato direttivo della nuova European Cloud Partnership (ECP) si è riunito per la prima volta a Bruxelles il 19 novembre 2012, dando il via a un processo in cui autorità pubbliche e industria collaboreranno per costruire il mercato unico digitale dell’UE per il cloud computing, in linea con la strategia.

    L’ECP cerca di sfruttare il potere d’acquisto del settore pubblico per modellare il mercato in crescita e in scadenza per i servizi CC. Presieduto da Toomas Hendrik Ilves, Presidente dell’Estonia, il comitato direttivo riunisce amministratori delegati tecnologici e rappresentanti governativi responsabili degli appalti IT. Fornirà consulenza strategica al vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes.

    Il commissario Kroes ha dichiarato di aver bisogno di questo input di alto livello in modo che tutta l’Europa possa vedere tutti i benefici del cloud computing e rapidamente. “Il presidente Ilves e tutti i membri del consiglio daranno consigli privi di senso e orientati all’azione per far muovere la partnership europea sul cloud”, ha osservato.

    Soprattutto, il Consiglio lavorerà per sensibilizzare l’opinione pubblica e delineare soluzioni pratiche per superare gli ostacoli esistenti all’adozione della CC nel settore pubblico. Mira a rendere “la disponibilità e l’adozione del cloud” una priorità politica. Inoltre, il consiglio di amministrazione sostiene il lavoro della Commissione sugli standard di cloud computing e gli schemi di certificazione, nonché gli sforzi per identificare progetti pilota nell’area del cloud transfrontaliero e interoperabile, suscettibili di essere avviati entro il 2014. Ad esempio, questo potrebbero includere progetti su aree mission-critical di business e vita pubblica, come eID, smart cities, eHealth, eEducation, ricerca e servizi di contenuti digitali che si basano su progetti pilota su larga scala esistenti.

    Ulteriori informazioni:

    Consapevolezza collettiva … come trasformarla in un motore per la crescita futura?

    Mentre il mondo si trova di fronte alla sua sfida più dura (finanziaria, ambientale e sociale), gli esperti chiedono se le tecnologie future possono fare di più per promuovere una crescita sostenibile e responsabile? Un rapporto sulla rivista IEEE Technology and Society chiede: la consapevolezza collettiva può essere un motore per la sostenibilità e l’etica?

    Modelli business-as-usual di crescita futura, compresi gli sviluppi tecnologici, non sono più un’opzione, suggerisce una relazione nell’attuale numero della rivista di punta dell’IEEE. Dice che questa crisi sistemica richiederà modelli organizzativi, sociali e di governance innovativi che vadano oltre gli attuali cicli di ricerca e sviluppo chiusi, basati sulla tecnologia. L’innovazione collaborativa, che promuove la consapevolezza sociale scatenando il potere dell’intelligenza collettiva resa possibile dai social internet e dai trend dei “big data”, è la strada da percorrere, secondo il rapporto.

    Per quanto esistano, queste sono idee mortalmente serie che permeano sia il settore privato che quello pubblico. Prendiamo ad esempio la crescente tendenza dell’industria a dimostrare una maggiore responsabilità sociale delle imprese (RSI) insieme a sforzi proficui. I governi nazionali e la Commissione europea sono anche desiderosi di trovare modi per aiutare il “World 2.0” ad affrontare le pressanti sfide socio-economiche di domani, tra cui salute, energia, ecosistemi, servizi pubblici, sicurezza alimentare, infrastrutture civiche, sviluppo o riduzione della povertà .

    Le Piattaforme di consapevolezza collettiva (CAP) sono un’iniziativa sostenuta dall’UE per sfruttare l’effetto “rete” del mondo online di oggi (social media, conoscenza distribuita e Internet degli oggetti) per stimolare l’innovazione sociale e misure sostenibili per la crescita futura. Secondo il rapporto, l’obiettivo finale delle PAC, nell’ambito del pilastro “TIC per le sfide sociali” dell’Agenda digitale europea, è promuovere un futuro più sostenibile basato su un’economia a basso tenore di carbonio, al di là del PIL, e un resiliente , comunità democratica cooperativa.

    Stiamo già vedendo molti esempi di idee, progetti o iniziative basati su questa convergenza che affrontano i problemi della società [sfruttando] l’effetto della rete “, osserva il rapporto. Alcuni sfruttano il potere della pressione dei coetanei, esercitata attraverso i social network, per un cambiamento sociale positivo (ad esempio riducendo le miglia alimentari). Altri fanno uso di dati aperti per trovare nuove soluzioni ai problemi o utilizzano la potenza dell’Internet of Things – oggetti e sensori collegati in rete – per migliorare la vita delle persone o aiutarli a risparmiare denaro o energia (ad esempio soluzioni energetiche intelligenti).

    A partire dai risultati dello studio Oxford Internet Institute, finanziato dall’UE, “Verso un futuro Internet: interconnessioni tra aspetti tecnologici, sociali ed economici”, il rapporto descrive come oscillano scenari plausibili per l’evoluzione della nostra futura società digitale tra un grande fratello come, modello economico chiuso a sostegno degli interessi individuali competitivi, e uno spazio sociale aperto collettivamente consapevole che sfrutta la ricchezza delle connessioni umane abilitate dalla tecnologia utilizzata per la collaborazione.

    Analizza quindi in quali condizioni può evolvere quest’ultimo scenario, il ruolo che può svolgere per migliorare la sostenibilità (oltre il PIL, economia a basse emissioni di carbonio) ed etica (autoregolamentazione, al di là dei motivi commerciali) del nostro attuale sistema sociale e modelli economici e quali strategie l’UE può attuare per renderlo possibile.

    Il documento discute anche di alcune questioni aperte che riguardano come le PAC possono creare una maggiore consapevolezza dell’ambiente e delle conseguenze delle nostre azioni, per prendere decisioni informate e consapevoli della sostenibilità. In definitiva, tali piattaforme possono consentire al dialogo e alla discussione nella società civile di “orchestrare collettivamente” le azioni più appropriate in modo veramente democratico, informato e non mediato.

    Ulteriori informazioni:

    • “Piattaforme di consapevolezza collettiva: motori per la sostenibilità e l’etica” – Sito web “CAP” (con primo bando per progetti, luglio 2012)

Neelie Kroes Startup Europe Tour

Agenda degli eventi in cui Neelie Kroes e il team Startup Europe hanno partecipato al tour #StartUpEurope:

2014