L'ultimo unicorno della Spagna: Glovo guadagna altri 150 milioni di euro e prende la corona di unicorno

L'ultimo unicorno della Spagna: Glovo guadagna altri 150 milioni di euro e prende la corona di unicorno

         

Glovo

         

Servizio di consegna su richiesta spagnolo Glovo ha annunciato questa mattina raccogliendo un ulteriore € 150 milioni, guidato da Mubadala . Questo nuovo finanziamento pone Glovo come la seconda startup spagnola a raggiungere il tanto ambito status di “unicorno”.

 

In effetti, Glovo non è estraneo a ricevere fondi, dopo aver collezionato Serie C e Finanziamenti di serie D di oltre € 265 milioni nell’ultimo anno e mezzo.

 

Oscar Pierre, cofondatore e CEO di Glovo, ha dichiarato: “Avere raggiunto lo status di unicorno è qualcosa di veramente eccitante e una testimonianza del talento all’interno dell’azienda, e del loro determinazione a continuare a innovare e interrompere lo spazio di consegna su richiesta. Nonostante la nostra rapida crescita e il nostro nuovo status, abbiamo ancora la stessa visione che abbiamo sempre avuto: rendere tutto in città immediatamente disponibile per i nostri clienti. “

 

La ​​startup con sede a Barcellona, ​​che promette di fornire di tutto, dagli alimenti ai generi alimentari agli articoli farmaceutici, ha rafforzato la sua posizione globale, proprio in Europa, America Latina e l’Africa. Di fatto, recentemente è entrata nel mercato polacco e ha acquisito Pizza Portal con un accordo di 35 milioni di € , nonché investito in un secondo hub tecnologico a Varsavia. Sembra certamente aver funzionato – Glovo afferma di essere tra i primi due giocatori di consegna in 24 dei 26 paesi in cui opera.

 

I fondi verranno utilizzati per continuare questa colossale espansione, assumendo 300 ingegneri aggiuntivi entro la metà del 2020, oltre ad aggiungere 90 ingegneri, esperti di tecnologia e prodotti nel suo nuovo ufficio di Varsavia. Infatti, la creazione di un esercito di un team tecnologico consentirà a Glovo di perfezionare la sua esperienza utente e di ridurre i tempi di attesa per corrieri e clienti.

 

Inoltre, Glovo mira a cercare partenariati strategici, simili al suo accordo con Carrefour, che hanno facilitato il suo servizio di “consegna di tutto” (inclusi alcol, prodotti farmaceutici e altri oggetti di uso quotidiano). Quindi, per stimolare la crescita della sua categoria di generi alimentari, Glovo continuerà a cercare e investire nei propri “supermercati oscuri” (un negozio chiuso al pubblico, dove solo i dipendenti raccolgono prodotti). La società attualmente gestisce sette negozi bui in Europa e in America Latina e prevede di aprirne altri ambiziosi entro il 2021.

 

Per ottenere approfondimenti su come l’azienda è salita alle stelle verso il successo, puoi unirti a Oscar Pierre, CEO e co-fondatore di Glovo, al vertice UE-Startup 2020, 28-29 maggio, a Barcellona . Oscar, che ha solo 27 anni, siederà con noi per una chiacchierata su come dirige la “nave Glovo”, mantenendo la cultura aziendale quando assume così velocemente e ci racconta alcuni dei suoi più grandi fallimenti e apprendimenti. Puoi trovare ulteriori informazioni sul vertice UE sulle startup qui . C’è ancora tempo per trovare il tuo posto – ci piacerebbe vederti lì!

 

Speechly, con sede a Helsinki, ottiene 2 milioni di euro per creare strumenti di sviluppo per app vocali di nuova generazione

         

Speechly team

         

Speechly, una startup con sede a Helsinki, il cui team ha esperienza di lavoro su Siri e Alexa, ha ottenuto € 2 milioni per creare strumenti di sviluppo per interfacce utente vocali di prossima generazione.

 

Il round del seme è stato condotto dai Cherry Ventures di Berlino, con la partecipazione di Seedcamp e Quantum Angels, Joyance Partners, Social Starts, Tiny.vc, Juha Paananen e Nicolas Dessaigne. Il finanziamento raccolto sarà utilizzato per sviluppare ulteriormente lo strumento e per rilasciare le API pubbliche.

 

La ​​startup finlandese, fondata nel 2016, costruisce API per sviluppatori per le interfacce vocali di prossima generazione, con il team che aveva precedentemente lavorato su prodotti noti come Siri di Apple e Alexa di Amazon. La tecnologia Speechly consente agli sviluppatori di uscire da ingenui casi d’uso dell’assistente vocale per creare esperienze utente più sofisticate, in tempo reale e multimodali e abilitate alla voce. La tecnologia funziona su qualsiasi piattaforma o sistema operativo.

 

“È difficile, ma non impossibile, competere contro artisti del calibro di Google, Amazon e Apple. Ma il nostro approccio alle interfacce utente vocali è diverso. Non abbiamo bisogno di monetizzare i dati dei nostri clienti o legare gli sviluppatori al nostro ecosistema “, afferma Otto Söderlund, CEO di Speechly.

 

Il problema fondamentale delle piattaforme di assistenza vocale è che tendono a fallire con richieste più complesse da parte degli utenti. Inoltre, non si integrano con app e UI familiari. Dal punto di vista commerciale, le piattaforme di assistente vocale costringono le aziende a operare nell’ecosistema di qualcun altro e a fornire dati utili agli utenti. Soprattutto, gli SDK e le API attuali sono troppo complessi o non offrono agli sviluppatori un controllo sufficiente sull’esperienza dell’utente finale.

 

Speechly rende disponibile la comprensione della lingua parlata per il 99% degli sviluppatori che non sono esperti di NLU (Natural Language Understanding) con SDK e API di facile utilizzo. “Speechly offre agli sviluppatori la possibilità di creare facilmente esperienze utente vocali deliziose che si integrano bene con i loro prodotti e marchi. Crediamo che la nostra tecnologia porterà lo stesso tipo di rinascita che l’iPhone ha portato al tocco nel 2007 ”, afferma Hannes Heikinheimo, CTO di Speechly.

 

La ​​salsa segreta della tecnologia di comprensione del linguaggio parlato di Speechly sta nel modo in cui i meccanismi della comprensione del linguaggio naturale e del riconoscimento vocale lavorano insieme. Ciò consente a Speechly di offrire un’esperienza utente vocale multimodale più rapida e intuitiva. “Abbiamo progettato la nostra tecnologia proprietaria di riconoscimento vocale da zero per supportare una gamma significativamente più ampia di esperienze utente relative alla voce rispetto ai prodotti esistenti là fuori”, [19459007 ] Spiega Hannes Heikinheimo.

 

La ​​tecnologia Speechly è già utilizzata nell’e-commerce, realtà virtuale, media, sanità, servizi industriali ecc. E può essere applicata a qualsiasi settore o piattaforma.

 

“La tecnologia di Speechly può essere il Twilio per le interfacce utente vocali e cambiare il modo in cui gli sviluppatori usano e pensano alla voce in futuro” , afferma Filip Dames, partner di Cherry Iniziative.

 

4 consigli per introdurti nell'acceleratore di avvio di Maze X (sponsorizzato)

4 consigli per introdurti nell'acceleratore di avvio di Maze X (sponsorizzato)

         

Maze-X

         

Maze X è l’acceleratore di impatto paneuropeo con sede a Lisbona che si rivolge a startup tecnologiche che risolvono sfide sociali o ambientali. L’ultimo gruppo ha già raccolto finanziamenti per 1 milione di euro nel periodo di 6 mesi dalla fine dell’accelerazione. Nella prossima coorte, potresti essere tu. Se vuoi arrivare alla coorte 2020, ecco alcuni preziosi consigli su come padroneggiare la tua applicazione.

 

4 Consigli per unirti a Maze x Startup Accelerator

 

Entrare negli acceleratori di avvio più interessanti è difficile. È necessario navigare in un modulo di domanda completo e generalmente lungo per dimostrare che l’avvio è la soluzione migliore per il programma. Maze X crede che la verità sia il tuo più grande alleato nel processo. Tuttavia, ci sono alcune cose che tutte le startup possono fare per aumentare le loro possibilità, vale a dire:

 

  • Raccomandazione 1: mostra chiaramente come Maze X può supportarti . I programmi di accelerazione sono diversi l’uno dall’altro e offrono risorse adatte a diverse fasi di sviluppo. Più che cercare la “migliore partenza”, gli acceleratori cercano la migliore corrispondenza, il che significa trovare le startup a cui possono aggiungere il valore più alto. Pertanto, nel processo di selezione, è importante chiarire quali sono le tue principali sfide e priorità e perché credi che Maze X in particolare possa aiutarti a raggiungerle.
  •  

  • Raccomandazione 2: avere una riflessione critica sulla trazione fino ad oggi . La trazione è un elemento importante per Maze X in quanto il programma è focalizzato sull’aiutare a scalare le startup, anziché sviluppare prodotti. Quindi, cerca di essere il più chiaro possibile indicando il livello di trazione che hai ad oggi e in che modo tale trazione ha influenzato lo sviluppo e il miglioramento del tuo prodotto (quanti utenti / clienti hai avuto fino ad oggi? Quali importanti feedback hai ricevuto ? Quali lezioni di apprendimento hai preso?)
  •  

  • Raccomandazione 3: fai la dovuta diligenza su Maze X . I programmi di accelerazione sono un forte impegno per entrambe le parti, il programma e le startup. Se non hai mai partecipato a un acceleratore di avvio , fai prima le tue ricerche. La valutazione durante il processo di selezione al fine di trovare una corrispondenza dovrebbe essere effettuata non solo dal team del programma, ma anche e soprattutto dalle startup. Sii critico e proattivo. Durante le interviste, chiedi a Maze X come possiamo aggiungere il tuo valore al meglio; prendere l’iniziativa per chiedere ai fondatori di ex studenti come è stata la loro esperienza; leggi i materiali disponibili ( su supporto ) sul programma.
  •  

  • Raccomandazione 4: sfruttare il processo . Quando si applica alla maggior parte dei programmi, e Maze X non fa eccezione, il processo di selezione è un’opportunità per i fondatori di esercitare diverse abilità utili per la loro continua crescita come leader di startup. Testare attivamente e consapevolmente e lavorare sulle tue capacità comunicative, sulla tua capacità di essere conciso nel rispondere alle domande, nell’implementazione di nuove metriche di business. I processi applicativi sono molto competitivi. Anche se non sei selezionato, con una mentalità costruttiva, otterrai sempre valore dal momento in cui investi nella riflessione sulla tua attività.
  •  

Perché aderire a Maze X?

 

Maze X è un programma di accelerazione di 3 mesi che supporta gli imprenditori a impatto che stanno risolvendo i problemi più urgenti del mondo con il capitale, le competenze e le reti di cui hanno bisogno per raggiungere la propria visione. La loro coorte 2020 prende il via il 4 maggio e offre:

 

  • Lavoro di accelerazione di 3 mesi + supporto di follow-up di 6 mesi (incubazione e crescita)
  •  

  • € 7.500 Stipend senza azioni (contanti, senza vincoli)
  •  

  • 9 mesi di spazio collaborativo GRATUITO presso Casa do Impacto
  •  

  • Opportunità di test pilota aziendali, un team dedicato di esperti, imprenditori residenti e tutor, una rete di investitori d’impatto
  •  

  • Roadshow europeo per presentare iniziative di impatto in altri ecosistemi di startup europei ad alta crescita, incluso il Web Summit
  •  

L’ultima coorte di Maze X sta sviluppando soluzioni nelle aree dell’economia circolare, come RNTERS , consumo sostenibile, come Goodbag o Bios che utilizza rifiuti di carbonio per coltivare alimenti sani. MyPolis , un’app sviluppata per promuovere la democrazia nei millennial, e Chatterbox , una piattaforma per integrare migranti e rifugiati, stanno attualmente implementando progetti pilota aziendali rispettivamente con PLMJ e BNP Paribas.

 

L’ultima coorte ha già raccolto finanziamenti per 1 milione di euro nel periodo di 6 mesi dalla fine dell’accelerazione.

 

Rita Casimiro, Head of Acceleration di MAZE afferma “ È chiaro per noi che le aziende del futuro sono quelle che vedono le sfide sociali e ambientali come opportunità economiche e che offrono a tutti i loro stakeholder ciò che richiedono sempre più: soluzioni sostenibili e innovative. ”

 

MAZE sta sfruttando la sua esperienza accelerando oltre 60 startup di impatto e il suo fondo di VC di impatto , in collaborazione con Mustard Seed, per attrarre gli imprenditori più promettenti di tutta Europa a posizionare il Portogallo come un hub europeo per una crescita elevata impatto sugli investimenti e l’imprenditorialità.

 

Chi c’è dietro Maze X?

 

Maze X è stato ideato e avviato dalla Calouste Gulbenkian Foundation , [] Edmond de Rothschild Foundations e MAZE , con lo studio legale PLMJ [ 19459004] e BNP Paribas che si uniscono come membri fondatori dell’azienda. Hospital da Luz Learning Health e Casa do Impacto si sono uniti come partner di accelerazione. Maze X è membro della rete Global Accelerator.

 

 

Il Clanbeat di Tallinn raccoglie oltre 1 milione di euro per sviluppare uno strumento di apprendimento personalizzato per scuole e luoghi di lavoro

Il Clanbeat di Tallinn raccoglie oltre 1 milione di euro per sviluppare uno strumento di apprendimento personalizzato per scuole e luoghi di lavoro

         

Clanbeat team

         

Start-up estone ed-tech Clanbeat ha raccolto oltre € 1 milione da Mistletoe Inc e gli investitori angel Martin Henk e Ragnar Sass. I fondi verranno utilizzati per supportare lo sviluppo di una piattaforma che aiuta gli utenti a diventare studenti “autonomi”, nonché ad ampliare la portata a nuovi mercati.

 

Clanbeat Education è stata fondata nel 2018 da Kadri Tuisk con i partner Tiina Pauklin, Christjan Schumann e Triin Noorkõiv. Attualmente, Clanbeat ha un team di 7 persone e si trova a Tallinn, in Estonia, con una base di clienti principale nel Nord Europa e nel Sud-est asiatico. Clanbeat concentra i suoi sforzi sull’ed-tech, principalmente nello sviluppo di uno strumento di aiuto alla crescita personalizzato per tutti (dagli studenti delle scuole agli studenti adulti) per pianificare il proprio piano unico di crescita e apprendimento a lungo termine.

 

L’idea alla base dello strumento è che viviamo in un mondo con sfide sempre più complesse e che tutti abbiamo bisogno di aumentare le nostre capacità di apprendimento come mai prima d’ora. Il software olistico di Clanbeat mira a supportare sia gli studenti delle scuole che gli adulti che lavorano nel guidare il proprio apprendimento ed essere un essere umano ben bilanciato lungo quel viaggio. Al suo centro, si concentra sia sulla pianificazione individuale che sulla promozione di un sentimento comunitario.

 

“Oltre ai piani di apprendimento individuali, spesso sono necessari il supporto della comunità e 1 su 1 per raggiungere nuove vette. Siamo qui per aiutare con il processo di organizzazione sistematica dei pensieri, dei sentimenti e delle azioni di una persona per raggiungere i propri obiettivi in ​​questo mondo in continua evoluzione. Stiamo aiutando le persone a scoprire le loro vere passioni, raggiungere i loro obiettivi e modellare il loro futuro. Sono molto entusiasta di lavorare con Taizo e il vischio a causa della visione condivisa intorno a un futuro centrato sull’uomo “, , ha affermato Kadri Tuisk, fondatore e CEO di Clanbeat.

 

Taizo Son, il fondatore di Mistletoe Inc è l’investitore principale in questo round. Lui e il suo fondo stanno investendo in società che sono qui per creare un futuro migliore, come altre startup di ed-tech come Classting e ClassDo.

 

Taizo Son dice: “Credo che il futuro dell’educazione sia l’apprendimento permanente auto-diretto. Significa che tutti dovremmo continuare a imparare ciò che amiamo fino alla morte, perché credo fermamente che il successo nella vita non sia ricchezza e fama, ma la crescita personale. “Il giardiniere non fa crescere una pianta. Il lavoro di un giardiniere è quello di creare condizioni ottimali “. Come ha affermato Sir Ken Robinson, i buoni strumenti che aiutano la crescita personale sono molto importanti. In questo senso, sono molto d’accordo con la visione e le soluzioni di Clanbeat. “

 

Fastned, con sede ad Amsterdam, raccoglie 12 milioni di euro e guadagna 13 nuove stazioni di ricarica per veicoli elettrici in Belgio

Fastned, con sede ad Amsterdam, raccoglie 12 milioni di euro e guadagna 13 nuove stazioni di ricarica per veicoli elettrici in Belgio

         

Fastned

         

Fastned , la startup olandese che costruisce una rete europea di “stazioni di ricarica rapida” per veicoli elettrici, ha annunciato la raccolta di 12 milioni di euro con l’emissione di obbligazioni. Quasi un migliaio di investitori hanno aderito all’emissione, che offriva obbligazioni con una scadenza di 5 anni e pagava al 6% di interesse all’anno.

 

Inoltre, la startup ha appena annunciato l’acquisizione di 13 nuove posizioni autostradali in Belgio. In queste stazioni le auto elettriche saranno in grado di caricare fino a 350 kW con elettricità rinnovabile al 100%. Queste nuove sedi fanno parte di una partnership con l’Agentschap Wegen & Verkeer (AWV) per fornire parcheggi autostradali nelle Fiandre, in Belgio, con stazioni di ricarica rapida.

 

Fastned, fondata nel 2012, mira a dare libertà al guidatore elettrico e ad accelerare il passaggio alla mobilità elettrica. Il suo obiettivo è una rete europea di stazioni di ricarica rapida in cui tutte le auto elettriche possono caricare. Le sue stazioni sono situate in luoghi ad alto traffico lungo le autostrade e nelle città, dove le auto elettriche possono aggiungere fino a 200 km in 15 minuti. Tutte le stazioni Fastned sono aperte 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e sono adatte a tutte le auto elettriche. Il pagamento è possibile tramite l’app Fastned o scorrendo una carta di addebito di fronte al caricabatterie e, inoltre, i conducenti di veicoli elettrici possono caricare rapidamente con quasi tutte le carte di addebito, carta carburante / carta di credito su Fastned.

 

Oggi Fastned ha 114 stazioni operative nei Paesi Bassi, in Germania e nel Regno Unito e sta lavorando per espandere la sua rete di ricarica rapida nel resto d’Europa. Fastned sta attualmente costruendo contemporaneamente stazioni di ricarica rapida nei Paesi Bassi, in Germania e nel Regno Unito e si sta preparando a costruire le sue prime stazioni in altri paesi, con particolare attenzione a Belgio, Svizzera e Francia.

 

Michiel Langezaal, CEO Fastned ha commentato l’emissione obbligazionaria: “È bello vedere così tante persone investire nella transizione verso un mondo più sostenibile. Con i proventi di questa emissione di obbligazioni, possiamo espandere ulteriormente la capacità della nostra rete con più stazioni e caricabatterie più veloci. Ciò ci consentirà di continuare a soddisfare la crescente domanda di ricarica rapida. “

 

Veva Daniels, portavoce dell’Agenzia per le strade e il traffico, ha parlato delle nuove stazioni di ricarica in Belgio: “Sempre più persone vogliono investire in un’auto elettrica, secondo uno studio di Vias. Un belga su sei indica che sta pensando di acquistare un’auto elettrica entro tre anni. L’espansione del numero di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici lungo le autostrade fiamminghe semplifica l’uso di un’auto elettrica. Supportiamo ogni iniziativa che aumenta la fiducia nella guida elettrica oa emissioni zero. “