Vertice Startup Europa a Sofia per concentrarsi sulla leadership tecnologica, sulla crescita aziendale e sui finanziamenti

The Startup Europe Summit, il raduno annuale dell’Europa con innovatori, investitori e policy maker , si svolgerà a Sofia domani, 15 novembre 2018. Il vertice, che quest’anno si concentrerà sulle regioni dell’Europa centrale e orientale e sui Balcani occidentali, riunirà oltre 500 rappresentanti dell’ecosistema imprenditoriale europeo distribuiti da investitori, amministratori delegati e acceleratori per le autorità europee e i giornalisti tecnologici.

In questa occasione, Commissario per l’economia digitale e La società Mariya Gabriel ha dichiarato:

“Sono particolarmente lieto di ospitare il vertice Startup Europa di quest’anno a Sofia, con particolare attenzione all’Europa centrale e orientale e alla regione dei Balcani occidentali. Il vertice presenterà discussioni stimolanti e presenterà ulteriori idee per collegare il potenziale, il dinamismo e creatività delle start-up in queste regioni con iniziative politiche dell’UE. Un esempio pertinente è Agenda digitale per i Balcani occidentali < / a>, che abbiamo lanciato a giugno a Sofia con i leader dei Balcani occidentali con l’obiettivo di sostenere i partner regionali per portare a termine la loro trasformazione digitale e apportare vantaggi e opportunità a cittadini e imprese. ”

Annuncerà anche i vincitori dei 2017 Startup Europe Awards un’iniziativa di la Commissione mirava a presentare e onorare le startup più importanti nell’UE e nei paesi vicini.

Ulteriori informazioni

Dichiarazione comune Rafforzare l'ecosistema tecnologico dell'imprenditorialità dei Balcani dell'Europa centrale e orientale e dell'Europa occidentale

Dichiarazione comune Rafforzare l'ecosistema tecnologico dell'imprenditorialità dei Balcani dell'Europa centrale e orientale e dell'Europa occidentale

Una nuova dichiarazione firmata da organizzazioni che rappresentano startup in Europa centrale e orientale Membro dell’Unione Stati e Balcani occidentali delineano impegni concreti per rafforzare il potenziale di crescita regionale delle regioni e dei suoi imprenditori.

 2 netkans CEE works

Il 15 novembre è stata firmata una dichiarazione congiunta che rafforza l’ecosistema tecnologico e imprenditoriale dei Balcani dell’Europa centrale e orientale e delle organizzazioni che rappresentano startup dell’Europa centrale e orientale Stati membri dell’UE e dei Balcani occidentali.

La rivoluzione digitale offre grandi opportunità di crescita e innovazione in entrambe le regioni, che hanno risorse importanti come un grande pool di persone di talento con forti competenze ICT, una comunità di startup in crescita dinamica e un rapido miglioramento delle infrastrutture e della connettività, nonché della prossimità ai grandi mercati.

Le start-up, in particolare, possono aiutare a trasformare le economie e le società locali in entrambe le regioni, creando al contempo posti di lavoro di alta qualità. Tuttavia, le startup continuano ad affrontare sfide che impediscono loro di realizzare il loro pieno potenziale come la frammentazione degli sforzi per sostenerli, la burocrazia e gli investimenti insufficienti. È quindi necessario uno sforzo di cooperazione per migliorare gli ecosistemi di startup in entrambe le regioni, fornire un ambiente favorevole all’innovazione e consentire alle startup e alle PMI digitali di ampliare e partecipare al mercato unico digitale dell’UE.

La Dichiarazione è stata firmata ai margini della Startup Europe Summit , il raduno annuale dell’Europa con innovatori, investitori e policy maker. Il vertice, che quest’anno si è concentrato sulle regioni dell’Europa centrale e orientale e sui Balcani occidentali, ha riunito oltre 500 rappresentanti dell’ecosistema imprenditoriale europeo che spaziavano da investitori, amministratori delegati e acceleratori alle autorità europee e ai giornalisti tecnologici. In questa occasione, Commissario Mariya Gabriel, per l’economia e la società digitale, ha dichiarato:

Sono particolarmente lieto di ospitare il vertice Startup Europe di quest’anno a Sofia, con particolare attenzione all’Europa centrale e orientale e alla regione dei Balcani occidentali. Il vertice ha offerto discussioni stimolanti e presenta ulteriori idee per collegare il potenziale , dinamismo e creatività delle startup in queste regioni con iniziative politiche dell’UE. Un esempio pertinente è < em> Agenda digitale per i Balcani occidentali , che abbiamo lanciato a giugno a Sofia con i leader dei Balcani occidentali con l’obiettivo di sostenere i partner regionali per portare a termine la loro trasformazione digitale e apportare benefici e opportunità ai cittadini e alle imprese. ”

Creare collegamenti più forti tra i diversi hub di avvio negli Stati membri dell’Europa centrale e orientale e nei Balcani occidentali

I firmatari della Dichiarazione lavoreranno ora insieme per stabilire legami più forti tra i diversi hub di avvio nei rispettivi paesi, promuovere una maggiore cooperazione e specializzazione e collegare gli ecosistemi di avvio dell’Europa centrale e orientale e dei Balcani occidentali a hub europei più maturi, quindi come attingere alle loro competenze e risorse.

Ulteriori informazioni relative alle reti e alle sue attività:

Startup Europe Central and Eastern Europe Network

Contatto: Sig.ra Krisztina Toth , Direttore Affari Societari, Gruppo Europa Media .

Startup Europe Central Western Balkans Network

Contatto: Sig.ra Vesna.Ivanoska , Direttore Generale, Seavus Education & Development Center.

Liberare il potenziale delle startup in Europa: l'imprenditoria europea in azione

Le startup tecnologiche sono uno dei fattori chiave del mercato unico digitale dell’Unione europea strategia. In caso di successo, aiutano a far crescere la nostra economia, a creare innovazione e occupazione. L’emergere di campioni digitali europei è essenziale se l’Europa deve stare al passo con la corsa tecnologica globale e trovare soluzioni per aiutare la nostra economia a prosperare. In breve, l’Europa ha bisogno di un ecosistema di avvio forte e dinamico.

Scheda completa: inglese Bulgarian

La tavola rotonda della Blockchain dell'UE sostiene gli sforzi per implementare le tecnologie blockchain nell'UE

La tavola rotonda della Blockchain dell'UE sostiene gli sforzi per implementare le tecnologie blockchain nell'UE

I leader del settore e le startup innovative hanno deciso di collaborare con i governi e gli europei La Commissione sostiene lo sviluppo della tecnologia blockchain. Ciò rafforzerà le possibilità di sviluppare le giuste condizioni affinché questa tecnologia fiorisca e aumenti le possibilità dell’Europa di mantenere la sua leadership in questo campo.

La tavola rotonda dell’industria blockchain dell’UE, che si è svolta il 20 novembre 2018, è un passo importante verso la creazione di una comunità europea a sostegno del dispiegamento di blockchain nell’Unione europea. In particolare, la Commissione europea ha accolto con favore l’annuncio da parte di diversi partecipanti dell’istituzione dell ‘”Associazione internazionale per le applicazioni di Blockchain affidabili” che avrà sede in Europa e sarà aperta a qualsiasi organizzazione disposta a lavorare sulla distribuzione di blockchain e tecnologie di contabilità distribuita per trasformare i servizi digitali.

La nuova associazione lavorerà a stretto contatto con la Commissione europea e con gli Stati membri raggruppati nel European Blockchain Partnership nel supportare l’interoperabilità, lo sviluppo di specifiche, la promozione di standard e convergenza normativa per supportare lo sviluppo e lo sfruttamento di tecnologie blockchain innovative.

La Blockchain UE Tavola rotonda : “Riunire le industrie in Europa per guidare le tecnologie blockchain” si è svolto il 20 novembre a Bruxelles ed è stato ospitato dal Commissario per l’economia e la società digitali, Mariya Gabriel e il Direttore generale per le reti di comunicazione, contenuti e Technology, Roberto Viola, che ha dichiarato:
“Ciò che rende speciale questa associazione è la sua attenzione nel promuovere la fiducia nella tecnologia blockchain tra autorità pubbliche e cittadini. Questa associazione può ora diventare anche un interlocutore naturale per tutti i regolatori di A livello nazionale e dell’UE, ad esempio su standard e normative, sarà anche in grado di comunicare con i cittadini sulla blockchain, una tecnologia che non dovrebbe essere associata a oscure criptovalute ma a tracciabilità della trasparenza e un ambiente sicuro

A loro si sono uniti l’Eurodeputato Eva Kaili e l’autore del Relazione Blockchain del Parlamento europeo , alti dirigenti del settore e startup innovative che stanno sviluppando e applicando l’innovazione blockchain a nuovi servizi e prodotti in diversi settori tra cui l’aeronautica, i trasporti, i servizi finanziari, l’energia, la tecnologia fornitori, assistenza sanitaria e beni di consumo.

Sfondo

La tecnologia Blockchain potrebbe trasformare il mondo dei servizi digitali, ma affinché l’Europa possa guidare lo sviluppo e l’adozione di questa nuova tecnologia, sarà necessaria una stretta cooperazione tra il settore pubblico e quello privato. Questo è il motivo per cui la Commissione europea sta collaborando con i governi e l’industria per superare gli ostacoli normativi, aumentare la prevedibilità legale, guidare gli sforzi di standardizzazione internazionale e accelerare la ricerca e l’innovazione a supporto di tecnologie blockchain innovative. Parallelamente, il quadro giuridico e regolamentare viene gradualmente modellato dagli Stati membri e anche a livello europeo (attraverso eIDAS e GDPR regolamenti , nonché le proposte della Commissione europea su e- privacy ).

Molti governi e aziende stanno già esplorando il potenziale di queste tecnologie, in una vasta gamma di settori, come l’energia, l’assistenza sanitaria, i servizi finanziari, la gestione della catena di approvvigionamento, l’industria manifatturiera, i trasporti, l’istruzione, le industrie creative e i servizi pubblici.

All’inizio di quest’anno, la Commissione europea ha lanciato la Blockchain europea Partenariato , a cui hanno aderito finora 26 Stati membri dell’UE e la Norvegia. Uno degli obiettivi principali di questo partenariato è lo sviluppo di un’infrastruttura europea di servizi Blockchain che supporterà la fornitura di servizi pubblici digitali transfrontalieri, con i più elevati standard di sicurezza e privacy. Inoltre, la Commissione ha lanciato il Osservatorio e forum Blockchain dell’UE con il sostegno del Parlamento europeo, nonché uno studio sulla fattibilità di un Infrastruttura pubblica blockchain dell’UE per lo sviluppo di servizi transfrontalieri. La tecnologia blockchain è anche una parte fondamentale del piano d’azione FinTech e delle priorità per il programma Europa digitale proposto nell’ambito del prossimo bilancio a lungo termine dell’UE per il 2021-2027.

Ulteriori informazioni sulla tavola rotonda

StartUp Europe Awards riconosce le migliori startup europee in 18 categorie

StartUp Europe Awards riconosce le migliori startup europee in 18 categorie

Mariya Gabriel, commissario europeo per l’economia e la società digitale, ha presieduto la finale cerimonia degli StartUp Europe Awards al vertice Startup Europe di Sofia, in Bulgaria.

Cerimonia di premiazione finale

Ancora un anno, la cosiddetta “Eurovision for startups” riconosce le migliori startup in Europa in 18 categorie, questa volta in un evento presieduto dal Commissario europeo per l’economia e la società digitali, Mariya Gabriel, che ha mostrato l’impegno della Commissione europea che sostiene le startup.

La cerimonia finale dell’iniziativa StartUp Europe Awards si è svolta a Sofia, in Bulgaria, nell’ambito di il vertice Startup Europa. Il vertice ha riunito più di 500 leader dell’ecosistema imprenditoriale europeo che vanno da investitori, amministratori delegati, acceleratori alle autorità europee e giornalisti tecnologici.

Startup Europe Awards (SEUA) è un’iniziativa di innovazione aperta promossa dalla Commissione europea e dalla Fondazione Finnova in collaborazione con Startup Europe ; è sostenuto dal Presidente del Parlamento europeo; il presidente del Comitato delle regioni; il vicepresidente del Comitato economico e sociale e diversi membri del Parlamento europeo. Startup Europe Awards è sponsorizzato da Startup Europe Accelerator.

StartUp Europe Awards

StartUp Europe Awards propone una metodologia di innovazione aperta attraverso il partenariato pubblico-privato, “che lavora per gli enti pubblici per trovare una soluzione per le sue sfide locali e per le start-up a provare le sue innovazioni nei progetti pilota supportati da finanziamenti europei”, ha dichiarato Juanma Revuelta, direttore di Startup Europe Accelerator della Fondazione Finnova.

I vincitori europei degli Startup Europe Awards secondo le 18 categorie sono: Enova (Acqua), Biomyc (Verde), Simbound (EdTech), Sky Tronic (IoT), Macedonian Honey (Clima), TOMMI (E-Health) , Cyclefi (Smart Cities), Corrata (Cybersecurity), Helperbit (FinTech), FuVeX (Space), Courtsdesk (Legal), Uncovercity (Gastronomy), Eyesynth (Social), Plactherm (Energy), Artigiano (Moda), Popertee ( Creative), Evvos (AgriTech) e Live Electric Tours (Turismo).

Diciotto startup che, grazie a questo riconoscimento, continuano il percorso verso il successo e la stabilità del business, prendendo come riferimento altre aziende che oggi si posizionano come alcune delle più importanti nei loro settori.

La categoria speciale “Migliore amministrazione pubblica per le startup” è stata assegnata all’Agenzia delle imprese di Budapest e alla Xunta de Galicia. Hanno ricevuto il premio per i loro sforzi nel sostenere l’imprenditorialità nei rispettivi territori.

In totale, 134 startup finaliste provenienti da Irlanda, Polonia, Romania, Cipro, Grecia, Croazia, Italia, Lussemburgo, Bulgaria, Kosovo, Spagna, Macedonia, Portogallo, Ungheria, Ucraina e Belgio, hanno optato per il riconoscimento della migliore startup nelle 18 categorie di Startup Europe Awards.

Nel suo intervento, il Commissario si è congratulato con tutti i vincitori europei. “Qualche anno fa altre giovani aziende come la tua stavano ricevendo tali riconoscimenti. Oggi li conosciamo molto bene: Prezi, Soundcloud o Klarna. Questa volta sarai sotto i riflettori, questa volta sei tu a ricevere gli applausi. L’Europa vuole avere più aziende emergenti come la tua. Il tuo esempio dimostra che il successo può arrivare da qualsiasi parte d’Europa e che per avere successo devi essere coraggioso e coraggioso “, ha affermato.

Supportare gli imprenditori europei ad aumentare la loro redditività in tutto il mondo

Tutti i vincitori degli Startup Europe Awards otterranno una grande visibilità in tutta Europa grazie ai Media Partner Alliance of Startup Europe Awards formati da 25 membri dei media di diversi paesi in Europa (Spagna, Francia, Belgio, Lettonia, Lussemburgo, Italia, Slovenia, Croazia, Cipro, Irlanda, Svezia, Norvegia e Danimarca). Le startup avranno inoltre accesso a un programma di tutoraggio (in internazionalizzazione, fondi europei come le PMI Strumento da 50.000 € a 2,5 milioni di € di sussidio non rimborsabile, comunicazione internazionale, ecc.), Attraverso Startup Europe Accelerator di Finnova Fondazione, che consentirà loro di potenziare i loro progetti e aumentare la loro fattibilità in tutto il mondo. Startup Europe Accelerator è l’acceleratore unico specializzato nel finanziamento di opportunità europee, che aiuta gli imprenditori a internazionalizzare la propria attività attraverso progetti europei.

20 membri del Parlamento europeo si sono riuniti agli Startup Europe Awards come ambasciatori, supportando gli eventi locali con la loro presenza e seguendo da vicino l’avanzamento delle startup. Più di 20 eventi locali e 16 premi nazionali sono stati celebrati nel quadro di Startup Europe Awards nel 2017, con 134 vincitori di startup. 25 media partner di tutta Europa, come The Independent in Irlanda o Emprende TVE in Spagna, hanno contribuito a dare visibilità a questa iniziativa.

Ulteriori informazioni sugli Startup Europe Awards

Gli attori della trasformazione digitale si incontreranno al Villaggio Innovazione e Startup

Gli attori della trasformazione digitale si incontreranno al Villaggio Innovazione e Startup

At ICT 2018, organized by the European Commission and the Austrian Presidency of the Council of the European Union, citizens can join science community members, policymakers, and fellow ICT innovators to discuss the future in a digital Europe. Over 6000 delegates are expected.

online platforms with icons

Overview

The European Commission’s flagship event ICT 2018 will focus on the European Union’s priorities in the digital transformation of society and industry. It will present an opportunity for the people involved in this transformation to share their experience and vision of Europe in the digital age.

 

This Innovation and Startups Village is also enriched with the Startup and Innovation Forum. On Dec 5 and 6 it hosts sessions on Blockchain, Deep Tech, European Innovation Council , Disruptive Innovation as well as the Innovation Radar Awards.

Institutional partners

Startup Europe

Initiative launched by the European Commission to connect startups, investors, accelerators, entrepreneurs, corporate networks, universities and the media through an array of networks with a view of boosting the Digital Single Market.

Innovation Radar

European Commission’s initiative designed to identify high potential innovations and innovators in EU-funded research and innovation projects. The platform builds on information and data gathered by independent experts involved in reviewing ongoing EU-funded projects. The 2018 Innovation Radar prize will also be awarded at ICT 2018, after the finalists pitch their innovation to a jury of experts.

DORIS – EC Innovative Systems

The project is aimed at showcasing innovative tools and systems supporting a more efficient and close-to-citizen public service covering several fields ranging from – inter alia – Artificial Intelligence to Data Analytics and Web Platforms.

BAE: Business Angels Europe
Business Angels Europe (BAE) is the European Confederation of Angel Investing, representing the European Business Angels’ Federations and Trade associations in Europe. BAE brings together the most active and developed countries operating in the angel market in Europe.

EBAN: European Business Angels

Pan-European representative of the early stage investor community, established in 1999, today EBAN gathers over 193 member organisations in more than 66 countries. EBAN represents a key sector whose investments amount to € 8.1 billion a year and that plays a crucial role in the funding of SMEs.

EIT: European Institute of Technology

The purpose of this open innovation organisation is to foster digital technology innovation and entrepreneurial talent for economic growth and quality of life in Europe. EIT bring together entrepreneurs, SMEs, start-ups, universities and research institutes and it invests in strategic areas to accelerate the market uptake of research-based digital technologies and to bring entrepreneurial talent and leadership to Europe.

EIC: European Innovation Council

The European Innovation Council (EIC) aims to support top-class researchers, innovators, Startups and entrepreneurs with bright ideas and the ambition to scale-up internationally.
 

WB: World Bank

With 189 member countries, staff from more than 170 countries, and offices in over 130 locations, the World Bank Group is a unique global partnership: five institutions working for sustainable solutions that reduce poverty and build shared prosperity in developing countries.

Digital Innovation Hubs

Digital Innovation Hubs are one-stop-shops that help companies to become more competitive with regard to their business/production processes, products or services using digital technologies. A DIH is a regional multi-partner cooperation (including organizations like RTOs, universities, industry associations, chambers of commerce, incubator/accelerators, regional development agencies and even governments) and can also have strong linkages with service providers outside of their region supporting companies with access to their services.

EU-funded innovations

AEROX – Industrial Contact Inspection With Drones (Spain)

This industrial contact inspection drone performs ultrasonic inspections at height with minimum risk and 10 times faster than with regular means. AEROX incorporates a flying mode that lows moving the sensor from the ground to a specific location without remotely piloting the drone.

Aximmetry – Virtual Studio Software (Hungary)

This project aims at creating a high-end, virtual studio software technology accessible to small TV stations, Institutions, Youtubers and Vloggers. Aximmetry enables users to create content – that can only be live-streamed to on YouTube and Facebook – using just one fix camera.

BITalino – Low Cost Biomedical Hardware and Software Toolkit (Portugal)

BITalino is a low-cost hardware and open-source software operating in the field of biomedicine. Primarily designed for students, teachers, artists and researches, it was developed in the scope of EU-funded RAPID-MIX, with the aim of improving the overall user experience concerning the access to biomedical technologies.

HUman MANufacturing Workplace (Norway)

Together with 12 partners from 6 European countries, it aims to define and demonstrate workplaces where automation and human workers operate in harmony to improve the productivity, quality, performance of the factory as well as the worker satisfaction and safety.

ICView – Intensive Care Information and Tele-ICU System (Ireland)

Intensive care radar and visual ICU cockpit aimed at improving the quality and efficiency of healthcare as well as its accessibility. Already implemented in European hospitals as part of the THALEA PCP Project, it is designed to help clinicians monitoring patients’ conditions and managing clinical workflow.

InnoConnect – Maps with Analytical Tools (Czech Republic)

The project is aimed at helping people to understand their data and to use it to support their decisions through high interactive maps. InnoConnect brings data into maps thus allowing users to benefit from visual insights, such as discovering trends and patterns over time and space.

LeanXcale – Database Management System (Spain)

Spinoff of the technical university of Madrid, it provides an ultra-scalable operational SQL full ACID database with analytical capabilities. The database offers a dual interface, SQL and key-value, exploiting at the same time the simplicity of SQL for querying and the performance of a key-value interface that avoids the overhead of SQL for operations that don’t require it.

Mag4Health – Towards Low Cost Magnetoencephalography (France)

Magnetoencephalography (MEG) is an imaging technique that measures magnetic fields produced by the brain’s electrical activity: this project eliminates the need for cryogenic cooling and reduces the size and weight of the device’s magnetic shield from 5,000 kilograms to 150 kilograms.

Noos – Cloud intelligence for robots (United Kingdom)

Cloud robotics platform, it provides cognitive augmentation for robots. Noos delivers AI-enabled services in real-time via the cloud, hence enhancing the usefulness of service robots. Merging cloud computing with robots, it aims at increasing robots’ safety and context awareness. At a technical level, Noos enabled robots acquire new capabilities without needing new hardware; lowering costs and increasing storage capacity while cutting power consumption.

OPIN – Platform for youth eParticipation in Europe (Germany)

The project is led by the purpose of increasing opportunities for young people’s participation in politics: OPIN is a digital platform which makes it possible for youth workers, city administrators and other people to set up attractive participation projects. It also offers youth-friendly and easy to use digital and mobile participation tools.

Plan4all – Transport of the Future (Czech Republic)

This innovation enables to model and forecast traffic volumes in any location and at any time. Plan4all’s provides the opportunity for citizens, policy makers and transport operators to view the forecasted situation on the road reflecting several variables that may affect the traffic.

REHABILITY – Home Based Neuro-Rehabilitation (Italy)

It allows patients to take part in rehabilitation therapy both within a specialist facility and from home with continuous remote medical support. REHABILITY combines physical with cognitive exercise and it is multi-lingual and can be personalised by medical staff for each patient in every phase of the therapy.

Snap4City – Scalable Smart Analytic Application Builder for Sentient Cities (Italy)

Snap4City is a fully open source, scalable and easy to use solution which provides tools for co-creation of mixt data drive, stream and batch processing. It is a solution for setting up Living Labs engaging different all kinds of stakeholders in contributing to the city evolutions, with a platform providing online tools for developing IOT applications, web and mobile Apps, data analytics etc.

TruthNest – Practical Tools Against Disinformation (Greece)

Aimed at preventing the spread of false/misleading information, TruthNest analyses Tweets providing a comprehensible visualisation to the users on the Contributor, Content and Context of every tweet, thus facilitating the assessment on the trustworthiness of the Tweets.