Lanciato un anno fa per ispirare le persone ad affrontare attacchi quotidiani di creatività attraverso sfide di disegno, DrawQuest, ha raggiunto 1,4 milioni di download, 550.000 utenti registrati, 400.000 utenti mensili, 25.000 utenti giornalieri e 8 milioni di disegni ma ancora fallito . A nessuno è garantito il successo. Non importa quanto duramente lavori, le cose non vanno mai come previsto.

Chris Poole, il fondatore di DrawQuest aveva raccolto circa 625.000 dollari in finanziamenti seed dagli investitori Ron Conway, Marc Andreessen, Chris Dixon, Kenneth Lerer e Joshua Schachter nel 2010, riporta TechCrunch .

Successivamente, nel 2011, sono arrivati ​​altri 3 milioni di dollari da Fred Wilson, SV Angel, Lerer Ventures, Andreessen Horowitz, Founder Collective e Joshua Schachter di Union Square Ventures.

Il finanziamento originale era lo sviluppo di Canvas, un forum per la condivisione e la discussione di immagini grafiche e artistiche online. Ma poi il team di Poole è passato a DrawQuest invece circa un anno fa.

Fortunatamente per aspiranti imprenditori, Chris (anche il fondatore 4chan , una bacheca di successo basata su immagini) ha condiviso il DrawQuest postmortem con il pubblico.

Ecco perché DrawQuest è stato chiuso ( come condiviso da Chris)

Ha detto “Sono incredibilmente orgoglioso di una squadra straordinaria e di tutti che hanno realizzato. Il nostro prodotto più recente, DrawQuest, è sicuramente un successo. L’anno scorso è stato scaricato più di 1,4 milioni di volte ed è attualmente utilizzato da circa 25.000 persone al giorno e 400.000 il solo mese scorso. Conservazione e coinvolgimento sono fantastici. Eppure abbiamo ancora fallito. Può sembrare sorprendente che un prodotto apparentemente di successo possa fallire, ma succede sempre. Sebbene abbiamo probabilmente trovato il prodotto / mercato adatto, non siamo riusciti a decifrare il lato commerciale delle cose .

Costruire qualsiasi attività commerciale è difficile, ma creare un’azienda con un’unica offerta di app e metà della tua pista è particolarmente difficile (abbiamo creato DrawQuest dopo il fallimento del nostro primo prodotto, Canvas). Ho riscosso un nuovo rispetto per quelle aziende che eccellono nella monetizzazione delle applicazioni mobili. Mentre ci avvicinavamo alla fine della nostra pista, ci è diventato chiaro che DrawQuest non rappresentava un’opportunità sostenuta dall’impresa , e anche con più tempo che era improbabile che cambiasse.

Nessun atterraggio morbido, nessun lieto fine!

Chris ha ulteriormente spiegato “Sono terribilmente rattristato dal fatto che questo potrebbe significare la fine per la nostra meravigliosa comunità, ma è il mio obiettivo utilizzare i pochi soldi che ci resteranno dopo il wind-down per mantenere in vita il servizio per qualche altro mese. Tuttavia, ad oggi, il team ha intrapreso strade separate e le nostre porte sono state effettivamente chiuse.

Sono deluso dal fatto di non essere riuscito a produrre un risultato migliore per coloro che mi hanno supportato di più: i miei investitori e dipendenti. Pochi nel mondo degli affari conosceranno il dolore di ciò che significa fallire come CEO supportato da un’impresa. Non solo fallisci i tuoi dipendenti, i tuoi clienti e te stesso, ma fallisci anche i tuoi investitori, partner che ti hanno aiutato a dare vita alla tua idea.

Nel mio caso, sono estremamente fortunato e grato di essere partner di persone che sono semplicemente le migliori. Ciò che separa i migliori investitori non è il modo in cui ti aiutano quando sei una nave spaziale, ma quando la tua nave è in fiamme e stai sfogando l’atmosfera. In questo caso, i nostri investitori hanno dimostrato ciò che li distingue dal resto: mi hanno supportato in tutti gli alti e bassi, in particolare i bassi.

Detto questo, la vita continua e il miglior percorso in avanti non è un ferito, ma più istruito e motivato. Sicuramente non ho voglia di avviare presto un’altra compagnia — ci vorrà del tempo per decomprimere e riflettere sugli eventi degli ultimi quattro anni — ma spero che se un giorno decido di perseguire un nuovo sogno, essere in una posizione molto migliore per.

Per quanto riguarda ciò che mi aspetta, onestamente non ne ho idea. Questa è la prima volta in quattro anni che sono stato ad un bivio come questo.

Una cosa di cui farò di più è scrivere sulla mia esperienza. In parte perché è terapeutico, ma anche perché se c’è un lato positivo in tutto questo (e c’è), è che posso aiutare a educare gli altri su un percorso carico di difficoltà, ma comunque gratificante.

Sono anche particolarmente ispirato da ciò che Everpix ha fatto rendendo pubblica gran parte della loro storia e spero che molti altri seguiranno le loro orme di radicale trasparenza. Non desidero glorificare il mio fallimento, ma è certamente qualcosa che preferirei abbracciare piuttosto che nascondermi per i prossimi cinque anni.

“C’è molta glorificazione delle startup ed essere fondatore. Le persone spazzolano i fallimenti sotto il tappeto, ma questa è la cosa peggiore che puoi fare. In un certo senso devi affrontarlo a testa alta ”, afferma Chris Poole.