Lo spazio tecnologico per il reclutamento è affollato, con la stragrande maggioranza dei giocatori che cercano di ottimizzare le soluzioni esistenti per i dispositivi mobili. inploi vuole cambiarlo. Il team di inploi sta ridefinendo completamente questo processo, fornendo agli utenti una piattaforma su cui costruire un nuovo modo di lavorare.

inploi non si limita a fornire assistenza una tantum per le assunzioni, supporta ripetute opportunità per reclutatori e persone in cerca di lavoro di connettersi e creare relazioni di lavoro sostenibili.

inploi hanno raccolto investimenti significativi durante il loro giro di sementi a gennaio, con investimenti di professionisti finanziari tra cui Cazenove Capital, Investec e Deloitte, insieme a partner di finanziamento, Kgolo Investments e Almington Capital.

Matthew de la Hey , CEO e co-fondatore di inploi, rivela come hanno iniziato, le sfide che affrontano, i loro fattori di successo e ciò che gli aspiranti imprenditori devono sapere per lanciare un business di successo.

Introduce inploi

Lanciata a luglio 2016, inploi è una rete di posti di lavoro per l’industria dell’ospitalità. Che si tratti di un concerto a breve termine, un ruolo part-time o una carriera a tempo pieno, la piattaforma inploi consente a una rete di datori di lavoro e persone in cerca di lavoro di comunicare, interagire e negoziare senza problemi.

inploi offre ai dipendenti un maggiore controllo sulla loro vita lavorativa. Le persone in cerca di lavoro sono in grado di accedere a un catalogo di turni e posizioni aperte, filtrati in base alle proprie preferenze di lavoro: quando vogliono lavorare, che tipo di lavoro vogliono fare e fino a che punto sono in grado di viaggiare. I datori di lavoro possono pubblicare lavori, quindi assumere, pagare e rivedere candidati abbinati in modo intelligente (algoritmicamente).

inploi ridefinisce il processo di reclutamento, fornendo agli utenti una piattaforma su cui costruire un nuovo modo di lavorare. inChat, la funzione di chat in-app di inploi, consente agli utenti di interagire; il pagamento per incarichi a breve termine viene gestito direttamente tramite l’app e un sistema di revisione reciproca rende gli utenti responsabili. inploi è la rete professionale (il LinkedIn se vuoi!) per l’economia dei servizi: il profilo di un utente diventa il suo curriculum virtuale e il passaporto funzionante.

Perché e come hai iniziato inploi?

Alex e Matt hanno sviluppato l’idea per inploi come risposta alle nostre esperienze personali, cercando di trovare lavoro nel settore dell’ospitalità durante le nostre vacanze universitarie. Era troppo difficile: andare in giro a distribuire CV nella speranza di trovare lavoro, aspettare settimane per i giorni di formazione dell’agenzia e candidarsi a più ruoli nei consigli di lavoro di cui non abbiamo mai avuto risposta.

Ci è venuto in mente che c’erano posti in tutto il paese con segni di carta alle finestre che annunciavano “personale necessario” e innumerevoli persone che cercavano di lavorare in posti come quello – nell’era di airbnb, Uber e Tinder , perché è stato così difficile per loro trovarsi?

Esaminando più approfonditamente personale nell’industria , eravamo convinti che fosse profondamente inefficiente: costa molto per i datori di lavoro trovare personale ed è troppo difficile per chi cerca lavoro . Gli intermediari estraggono notevoli quantità di valore. Convinti che questa situazione dovrebbe essere diversa, abbiamo deciso di costruire un mercato che facilitasse l’interazione di queste due parti.

Abbiamo anche deciso che i lavoratori del settore dei servizi, e in particolare dell’ospitalità – dove il lavoro è molto transitorio e spesso opaco – erano scarsamente serviti dalla tecnologia. Un aspetto integrale della piattaforma di Inploi è quindi la creazione di profili dettagliati e dinamici che i lavoratori creano, che fungono da passaporto lavorativo credibile, aiutando le persone ad accedere a opportunità sempre migliori.

Quali sono stati i principali fattori di successo per la tua squadra?

Siamo una squadra piccola e diversificata che manipola molte palle mentre lavoriamo per costruire inploi in un’azienda globale. Abbiamo quindi dovuto dividere la nostra attenzione, specializzandoci e assumendoci la proprietà di aspetti particolari delle nostre operazioni.

Probabilmente un fattore chiave di successo è stata la fiducia reciproca e immancabile nell’abilità, nella dedizione e nel focus dei membri del nostro team. Questo ci ha resi efficienti ed efficaci, permettendoci di dare un pugno sopra il nostro peso e di muoverci rapidamente.

Quali sono le maggiori sfide che hai dovuto affrontare prima e dopo il lancio?

Le aziende del mercato sono notoriamente difficili da costruire. Chiunque abbia familiarità con loro indica immancabilmente le sfide del superamento del problema del “pollo e dell’uovo”: capire come portare le persone su una piattaforma, quando il valore che ottengono da essa deriva dal fatto che ci sono persone sull’altro lato del mercato e viceversa.

Abbiamo lavorato molto duramente per superare questo problema costruendo relazioni con una serie di marchi di ospitalità eccezionali, tra cui il gruppo Corbin & King, Margot, YouMeSushi, Bone Daddies, Deliveroo, Aubaine, Pronto, Daylesford, Coppa Club e altri.

Queste aziende usano inploi perché credono nella nostra visione e in ciò che stiamo cercando di realizzare, e siamo entusiasti di contarle come membri della nostra comunità. La partecipazione ci ha permesso di creare un flusso di posti di lavoro, sviluppando un lato del mercato, che a sua volta ci consente di coinvolgere più persone in cerca di lavoro.

Il compito è tutt’altro che completato, ma siamo partiti bene!

Quale ritieni sia più importante: il mercato giusto, il prodotto giusto o la squadra giusta?

Riteniamo che tutti e tre siano essenziali.

Come punto di partenza, affinché qualcosa abbia successo, deve esserci domanda per questo – deve esserci un mercato che ha bisogno della tua soluzione. Questo mercato potenziale dovrebbe essere abbastanza grande da rendere utile la consegna di un prodotto.

Se questa casella è selezionata, è essenziale avere il prodotto giusto. Stai offrendo qualcosa che fornisce una soluzione efficace a un problema reale? Fornisce valore alle persone che lo usano ed è qualcosa che potranno facilmente navigare e tornare più volte? In sostanza, hai un prodotto adatto al mercato?

E infine la squadra giusta. Le buone idee sono abbondanti. È la capacità di eseguire efficacemente ciò che è difficile, e questo si riduce ad avere la squadra giusta.

Queste tre cose formano le gambe del treppiede a sostegno del successo.

Parole finali per aspiranti imprenditori che inseguono il sogno di startup

Matt : una delle parti più difficili della presentazione come imprenditore sta prendendo molto primo passo, decidere di accantonare tutti gli altri piani e opzioni e perseguire con tutto il cuore il “sogno di avvio”.

Se riesci a gestirlo, allora sei in grado di superare le enormi sfide che dovrai affrontare lungo il cammino. Procedi quindi con fiducia in ciò che speri e con certezza su ciò che non vedi.

Alex : Ottieni un co-fondatore. Siamo sbalorditi da chiunque avvii un’attività per conto proprio. Avere qualcuno in piedi vicino a te in piazzola, seduto di fronte a te in ufficio alle 3 del mattino (questo succede molto) e prenderti in braccio quando sei giù – è inestimabile.

Non devi essere il migliore amico (in effetti, probabilmente è meglio se non lo sei) ma devi essere ugualmente impegnato e forse, soprattutto, puoi essere del tutto onesto con ciascuno altro.