Come parte della nostra serie Founder Lessons , abbiamo recentemente parlato con la società di affiliazioni di moda, STYLIGHT .

Ogni giorno STYLIGHT offre una selezione curata delle ultime tendenze, nuove ispirazioni alla moda e nuovi prodotti dei più importanti negozi di moda e boutique online, su un sito web.

STYLIGHT è iniziato come un progetto universitario tra quattro pari che è diventato un’azienda internazionale che opera in 19 paesi e impiega 160 persone. Abbiamo intervistato Benjamin Gunter, uno dei fondatori e CEO di STYLIGHT su come è iniziata l’attività e su ciò che ha imparato lungo la strada.

Perché e come hai iniziato STYLIGHT?

Abbiamo iniziato STYLIGHT sette anni fa perché abbiamo riscontrato un grande divario nel mercato della moda online. Volevamo essere in grado di cercare l’articolo perfetto in modo rapido e semplice su più negozi e siti Web online.

Quali sono stati i principali fattori di successo di STYLIGHT?

Per me è ancora eccitante il fatto che abbiamo iniziato con nient’altro che quattro laptop e creato un prodotto che milioni di utenti usano ogni mese.

Dall’anno di fondazione nel 2008, STYLIGHT ha mostrato un grande potenziale e una crescita costante negli anni successivi. Nel 2014 abbiamo assistito a una svolta, quando il nostro team è cresciuto notevolmente da 57 a 130 dipendenti e nel 2015 è cresciuto ancora di più a 150 dipendenti.

La nostra strategia di successo funziona chiaramente e uno dei motivi è il team dietro tutto. Giovane, creatore di cambiamenti creativi e sostenitori dell’innovazione, il team STYLIGHT ha quasi completamente 35 anni.

Potresti pensare che un’azienda di e-commerce di moda avrebbe solo ragazze fashioniste nella sua squadra, ma stiamo per dissipare quello stereotipo. Potresti essere sorpreso di apprendere che il team di STYLIGHT è completamente diversificato e composto da cuori creativi (32%), ragazze e ragazzi che sono veri scheletri logici (44,9%) e quelli, la cui mentalità strategica aggiunge una nota segreta al team generale struttura (23,1%).

Ma cosa fa in modo che un gruppo così diversificato di persone si attacchi l’un l’altro? La risposta è semplice: competenze complementari, apprezzamento e un obiettivo comune. I nostri 4 fondatori ne sono un perfetto esempio: 2 di loro sono fanatici della tecnologia e 2 strateghi aziendali, che si sono uniti per creare una delle piattaforme online di moda leader a livello mondiale. Ma soprattutto è la chimica alla base del team, che si traduce non solo nella condivisione, ma anche nel comportamento aperto e nell’apertura per un nuovo apprendimento interculturale.

Quale ritieni sia più importante: il mercato giusto, il prodotto giusto o la squadra giusta?

Per noi è sicuramente la squadra. Ho fondato l’azienda con tre dei miei migliori amici, tutti con background diversi dall’informatica alle imprese. Ci completiamo a vicenda sia dal punto di vista educativo che personale.

Quali sono le maggiori sfide che hai dovuto affrontare per avviare e gestire l’azienda?

Ce n’erano migliaia; un punto culminante negativo è stata la percezione dell’imprenditoria sette anni fa. Anche dopo due anni alla guida dell’azienda con circa 20-30 dipendenti, la gente ci chiedeva ancora se stessimo ancora perseguendo “questo progetto STYLIGHT” o se finalmente avessimo trovato un vero lavoro! Ma penso che sia cambiato molto negli ultimi anni.

Quali sono le lezioni più importanti apprese negli anni?

Stiamo ancora imparando cose nuove ogni giorno e abbiamo progettato la nostra organizzazione in quel modo. In questo momento, con circa 160 persone, vediamo davvero quanto sia importante la cultura aziendale e la comunicazione.

Di seguito è riportata una ripartizione della crescita del business di STYLIGHT negli ultimi 5 anni e i profili dei dipendenti che hanno reso possibile tutto ciò.

stylight growthstylight team dynamicsstylight gebder and age