Pocket è uno dei posti migliori in cui salvare e visualizzare i contenuti. È la soluzione, se sei il tipo di persona che tiene sempre aperto un miliardo di schede in un browser. Pocket ti consente di salvare tutto quel contenuto in un posto che puoi visualizzare indipendentemente da dove e dove ti trovi.

Con meno di 20 membri del team, oltre $ 7 milioni in finanziamenti, un alto tasso di fidelizzazione degli utenti, oltre 11 milioni di utenti, oltre un miliardo di articoli salvati e molte distrazioni che potrebbero comparire sul percorso di Pocket, rimane utile e fantastico.

Nate Weiner , fondatore / CEO @Pocket rivela il passato e il presente di Pocket in un’intervista esclusiva con Danny Schreiber di Zapier .

The Story behind Pocket

Weiner dice a Schreiber : stavo lavorando in una società di web design a Minneapolis per sei anni e mezzo fa e nel corso della giornata mi sono imbattuto in cose tutto il tempo che volevo salvare, che si tratti di un articolo o di un tutorial su qualcosa o un video che voglio guardare, e io mi stavo semplicemente scrivendo tutti questi link. Non avrei mai aperto nessuno di essi perché avrebbero ingombrato la mia casella di posta.

Quindi una notte mi sono seduto e ho costruito un’estensione per Firefox: volevo imparare come creare estensioni per Firefox ed era l’unica cosa che volevo risolvere. Ho impiegato due notti, ho creato l’estensione di Firefox (di seguito), ed era proprio questo il posto base per salvare un elenco che rimaneva nel tuo browser di cose che volevi salvare in seguito. Dopo aver aperto quella cosa, potresti rimuoverla, non vederla mai più, o puoi condividerla in un sacco di posti diversi. Questa era l’idea di base.

Inizialmente si stava praticamente grattando il prurito, per così dire, ma in termini di crescita, era una di quelle cose in cui di certo non avevo idea di quale sarebbe stato l’impatto in quel momento . Una volta raccolto su Lifehacker e poi su numerosi altri siti, è esploso da lì. Mi è diventato subito molto chiaro che c’erano molte altre persone che avevano questo problema.

Come Pocket Took off

Weiner: La cosa che mi sento come se fosse decollata è rimasta davvero fedele a quel nome e mantenendo veramente fedele a quell’idea iniziale di mantenerlo semplice. Se guardi a cosa viene paragonato Pocket (app simili), l’unica grande differenza è stata la nostra attenzione per rimanere fedele a quella visione originale: si trattava sempre di “salvare per dopo”. Si trattava sempre di salvare i contenuti, rendendolo come più semplice possibile ”.

Vedrai che siamo in un tour infernale per ridurre il numero di passaggi necessari per salvare: le nostre estensioni sono sempre state un clic. Non sono mai stati come “Apri questa cosa e poi scegli dove vuoi metterla.” È sempre solo “Fai clic e hai finito”. Ogni app mobile in cui Pocket è integrata lavoriamo instancabilmente con loro per ridurre il numero di tocchi. Abbiamo visto che ogni tocco che aggiungi riduce il numero di salvataggi di 3 volte.

Dall’altra parte, siamo sempre stati legati all’idea di assicurarci che tu possa vedere questi contenuti ovunque tu sia. Abbiamo cercato di espanderci su tutte le principali piattaforme che possiamo e supportiamo ogni tipo di contenuto. Questa è stata probabilmente una delle maggiori differenze tra noi e altri prodotti. Non si tratta solo di leggere: gli articoli rappresentano solo circa il 60 percento di tutto ciò che viene salvato in Pocket.

Quando abbiamo superato i 10 milioni, è stato un numero davvero straordinario, ma allo stesso tempo stiamo davvero guardando più verso il futuro. Ogni utente che si iscrive è sempre come “Ehi, non posso credere di non aver mai sentito parlare di questo.” Questa è la nostra più grande sfida fino ad oggi. Come andiamo là fuori? Come possiamo aumentare la consapevolezza? Non sta combattendo su una quota di mercato come sarebbe un browser, sta davvero solo cercando di convincere le persone a capire che esiste una soluzione migliore per come farlo.

Per noi, 11 milioni sono un gran numero ma sappiamo che il potenziale è molto di più.

On marketing Pocket

Weiner: In termini di pubblicità, n. Finora non abbiamo fatto nulla. La pubblicità a pagamento è un po ‘difficile se non hai un prodotto monetizzato dietro, perché altrimenti stai semplicemente buttando soldi. Una delle più grandi sfide che ho avuto come imprenditore del prodotto-slash è davvero capire il valore del marketing. […] Il rebrand di Pocket è stata una delle prime volte in cui abbiamo iniziato a pensare all’importanza del marketing e in particolare alla messaggistica.

Come stai raccontando la tua storia? Cosa significa la tua storia? Cosa significa il tuo prodotto? Puoi vedere dall’evoluzione di Read It Later to Pocket e andare avanti, passiamo molto più tempo a cercare di pensare a come i nostri utenti percepiscono Pocket e come il mercato percepisce Pocket, perché vogliamo avere un marchio davvero forte. Vogliamo avere un prodotto davvero forte di cui le persone si preoccupino, condividano e parlino.

Quando Danny disse: “Sembra sicuro affermare che il marchio generale sia stato una cosa molto positiva per Read It Later”.

Weiner ha risposto: , abbiamo raddoppiato la nostra base di utenti in pochi mesi (passando da 4 a 8 milioni di utenti). Il rebrand ha avuto tanto successo quanto penso che potrebbe essere e penso che sia perché abbiamo avuto una bella storia, abbiamo avuto una buona visione del prodotto e si trattava solo di perfezionarlo e tornare alle origini. Se osservi la differenza tra Read It Later e Pocket, noterai che l’abbiamo semplificata molto di più, c’erano alcune aree che abbiamo rimosso. Ci sono cose che abbiamo aggiunto, ma si trattava di affinare maggiormente l’idea di base di ciò che Pocket dovrebbe essere.

Quando gli è stato chiesto “ Qual è il processo in Pocket per decidere la prossima funzione o aggiornamento del prodotto?” Weiner aveva questo da dire:

Quando pensiamo al prodotto, proviamo a pensare alla risoluzione dei problemi (una nuova funzionalità sarebbe). Ad esempio, potresti ricevere molti suggerimenti da utenti come: “Ehi, vogliamo che i tag o le cartelle siano in grado di organizzare le nostre cose.” Il primo passo del nostro processo è cercare di capire il problema reale (dietro di esso) .

Intorno al rebrand di Pocket, alcune delle domande che ci venivano poste riguardavano le cartelle. Il motivo più comune per cui le persone lo facevano era: “Oh, voglio essere in grado di separare i miei video.” Per noi, quando l’abbiamo visto, diciamo “Oh, in realtà potremmo fare di meglio perché siamo in grado di rilevare cose come video, potremmo semplicemente creare automaticamente una sezione video per te, piuttosto che forzare tutti a creare la propria cartella video e spostare manualmente le cose lì. Questo è il processo che guardiamo. “

In termini di processo di progettazione, è praticamente la stessa cosa. Ci sediamo per esaminare come implementare una funzione o come ottimizzare le cose. Cerchiamo di porre sempre le cose come domande o problemi da risolvere, proviamo ad allontanarci dall’opinione e cerchiamo di essere il più obiettivi possibile. Se abbiamo una domanda, chiediamo: “Come possiamo validarlo?”

Consigli per altri (In un’altra intervista con Tessa of lifehacker su Pocket’s In evidenza, Weiner ha dato questo consiglio ad altri in risposta alla domanda: che consiglio daresti ad altri che vogliono intraprendere un progetto simile?)

È importante assicurarsi di definire e comprendere chiaramente il problema che stai cercando di risolvere e per chi lo stai risolvendo. Ciò è estremamente importante per allineare il team agli obiettivi, entrare in empatia con l’utente e avere un chiaro punto di vista in cui valutare l’efficacia delle esplorazioni del prodotto. Quindi, con questa attenzione, andare davvero oltre, prototipando e sperimentando una vasta gamma di direzioni e ipotesi. Il prototipo è essenziale per ottenere feedback e apprendere cosa funziona, cosa non funziona, cosa può essere migliorato e aiutarti a trovare soluzioni alternative.

Abbi pazienza e non forzare soluzioni. Ci sono molti problemi di alto valore da risolvere in ogni prodotto. Abbiamo lavorato su e off Highlights per oltre due anni. Ogni round ci ha aiutato a focalizzare, comprendere ed esplorare l’opportunità in ogni round successivo fino a quando il tempo era giusto e abbiamo avuto le dimensioni, i dati e l’esperienza per riunire tutto.

Immagine per gentile concessione Pocket .