La tecnologia indossabile continua ad evolversi. E sta trasformando il modo in cui viviamo il mondo. Orologi, occhiali, anelli, bracciali e persino dispositivi domestici intelligenti come il termostato stanno cambiando il modo in cui le informazioni dei consumatori, monitoriamo la nostra salute e utilizziamo i prodotti per la casa. La tecnologia intelligente ha un ruolo significativo da svolgere nel modo in cui le persone vivranno in futuro.

NEOFECT vuole cambiare il modo di aiutare la riabilitazione e la fornitura di dati clinici sui pazienti in tempo reale. In un’intervista a Scott Kim, cofondatore e CEO di Neofect dell’ufficio statunitense, ci ha parlato di come ha iniziato NEOFECT, i fattori di successo dell’azienda e le sfide che hanno dovuto affrontare nella loro offerta di cambiare la terapia fisica usando i giochi online.

Breve sommario sulla tua startup

Fondata nel 2010, NEOFECT è una startup sanitaria mobile con l’obiettivo di offrire un sistema domestico per aiutare i pazienti neuro con disturbi del sistema nervoso centrale come un ictus.

Il suo primo prodotto, RAPAEL Smart Glove , combina un dispositivo indossabile, la realtà virtuale e la gamification per l’esercizio di riabilitazione, mentre il suo software analizza i dati dai sensori integrati e fornisce attività di allenamento basate su livello di attività del paziente.

Il dispositivo è stato impiegato con successo da numerosi importanti ospedali della Corea del Sud dal dicembre 2014 e approvato per l’uso negli Stati Uniti e in Europa. NEOFECT ha uffici in Corea del Sud, San Francisco e Polonia.

Perché e come è stato avviato

Il presidente di NEOFECT, Ho-Young Ban, ha sperimentato in prima persona le difficoltà incontrate dai pazienti con ictus e dalle loro famiglie quando suo padre e due zii caddero vittime dell’ictus.

Sebbene i suoi zii abbiano avuto la fortuna di sopravvivere, hanno dovuto rifiutare la terapia di riabilitazione a causa dei costi. Quindi, quando il suo amico Young Choi ha avuto un’idea di Rapael, Ban non ha potuto resistere.

Poco dopo, il loro compagno di classe del programma MBA Darden dell’Università della Virginia Scott Kim si unì al team per avviare le operazioni negli Stati Uniti.

Kim è nato con la bifida spinale e ha subito un intervento chirurgico e un lungo processo di riabilitazione, quindi ha immediatamente riconosciuto l’opportunità ed è diventato cofondatore e CEO dell’ufficio americano di Neofect.

Quali sono stati i maggiori fattori di successo

La motivazione personale dei fondatori unita alle tecnologie intelligenti più recenti e avanzate sono diventate i principali motori del successo dell’azienda.

– Gamification , che motiva un paziente durante il processo di riabilitazione. Aiuta a indurre la neuroplasticità per la funzione della mano di un paziente con un danno cerebrale.

Vari giochi di riabilitazione vengono aggiornati mensilmente e ogni gioco prende di mira movimenti specifici come spremere l’arancia per la flessione / estensione delle dita e versare il vino per la pronazione / supinazione dell’avambraccio, per esempio.

– Intelligenza artificiale : il software analizza i dati dai sensori del guanto e fornisce attività di allenamento basate sul livello di attività del paziente. L’algoritmo è progettato per migliorare l’apprendimento di più funzioni offrendo un’attività ottimale a un livello adeguato di difficoltà.

– Dispositivo indossabile : RAPAEL Smart Glove è un gadget di addestramento bio-feedback indossabile. Leggero e progettato per adattarsi a mani di dimensioni diverse, utilizza la tecnologia Bluetooth per raccogliere i dati del paziente.

Quali sono le maggiori sfide che hai dovuto affrontare per avviare e gestire l’azienda?

La sfida più grande è stata il concetto stesso del prodotto. Molte persone credevano che Rapael potesse essere una minaccia per i terapisti. Fortunatamente, dopo aver lanciato il programma in diversi ospedali, siamo stati in grado di dimostrare che il nostro dispositivo è stato progettato tenendo conto delle esigenze dei medici e dei pazienti e li aiuta a rendere più efficiente il processo di riabilitazione.

Quale ritieni sia più importante: il mercato giusto, il prodotto giusto o la squadra giusta?

Sembra un cliché, ma la squadra giusta è facilmente la risposta per me. Con le persone giuste, puoi apportare le modifiche necessarie in base a nuove informazioni per assicurarti che si adatti al mercato del prodotto.

Il mio lavoro precedente era quello di guidare un team a creare app mobili – senza alcuna eccezione, tutte le fantastiche app amate dagli utenti erano realizzate da grandi team.

Parole finali per chi insegue il sogno di startup

Non sottovalutare mai l’importanza dell’esecuzione. Molte persone sprecano il loro tempo solo per convalidare ciò che pensano o pensano gli altri, o anche solo per finire la concettualizzazione.

Tuttavia, dovresti “fallire rapidamente” per concentrare i tuoi sforzi sulla costruzione di un prodotto che ha una domanda di mercato e, naturalmente, anche per risparmiare tempo e denaro.

Inoltre, dovresti fallire mentre sei piccolo piuttosto che grande, se devi affrontarlo. Prima esegui il controllo della realtà, più velocemente puoi raggiungere il tuo obiettivo, anche se all’inizio potrebbe costarti un paio di fallimenti.