Oggi abbiamo fatto un’intervista a Marc Köhlbrugge che è il co-fondatore di PressDoc.com . Il servizio di comunicati stampa ti dà l’opportunità di scrivere, modificare e pubblicare comunicati stampa, condividerli con il mondo e impegnarti come nessun altro nella tua attività! La giovane startup ha sede ad Amsterdam e ha appena salutato la millesima impresa che utilizza il servizio. Secondo PressDoc.com la maggior parte di queste società è stata segnalata da altre società a cui è piaciuto il prodotto abbastanza da condividerlo con i propri colleghi.

 

EU-Startups.com: Quando tu o il tuo partner avete avuto l’idea di PressDoc e cosa vi ha fatto essere sicuri che fosse quello giusto?

 

Marc Köhlbrugge: Quando Tim Heineke voleva pubblicare un comunicato stampa sulla sua startup Twones un anno e mezzo fa, non riusciva a trovare una buona soluzione che si adattava alle sue esigenze di imprenditore di Internet . Quando ne discusse con Boris Veldhuijzen van Zanten, Boris lo riconobbe e lo stesso imprenditore, ma anche dal punto di vista del blogger sapeva che l’attuale comunicato stampa era obsoleto e poteva usare una grande iterazione. L’idea era quindi relativamente semplice, creare un nuovo formato per i comunicati stampa, ottimizzato per il web. Via Twitter, Boris ha cercato uno sviluppatore e designer e ha trovato Stefan Borsje e io, Marc Köhlbrugge. Abbiamo quindi continuato a fondare PressDoc e creare il comunicato stampa di prossima generazione.

 

EU-Startups.com: Pressdoc.com è un nome di dominio eccezionale. Era disponibile o l’hai comprato?

 

Marc Köhlbrugge: Era disponibile. (Siamo stati molto fortunati 😉

 

EU-Startups.com: In che modo finanziate la fase di avvio di PressDoc.com?

 

Marc Köhlbrugge: Con il solido team di fondatori e il track record di Boris come imprenditore siamo riusciti a ottenere una serie di finanziamenti di semi abbastanza rapidamente. Ciò significava che potevamo semplicemente concentrarci sulla costruzione di un ottimo prodotto senza doversi preoccupare del finanziamento.

 

EU-Startups.com: Quali sono stati i principali ostacoli per i tuoi primi 6 mesi da imprenditore?

 

Marc Köhlbrugge: Ho co-fondato PressDoc un mese dopo la laurea, quindi mentre la maggior parte degli imprenditori proviene da un lavoro regolare, sono uscito di nuovo dall’università dove stavo già lavorando ai miei progetti Internet. La differenza con PressDoc, tuttavia, era che si trattava di una vera azienda con clienti, vendite, flusso di cassa, scartoffie e tutto il resto. Non erano necessariamente ostacoli per me, ma erano qualcosa di nuovo. Mi concentravo solo sul prodotto e ora dovevo guardare il quadro generale e vedere come il nostro prodotto si adattava al mercato, ecc.

 

EU-Startups.com: Guardando indietro, cosa faresti diversamente nella fase iniziale di avvio?

 

Marc Köhlbrugge: Penso che la loro tendenza sia quella di lottare per “il prodotto perfetto” e quindi abbiamo continuato ad aspettare di lanciare fino a quando tutto fosse perfetto. Ovviamente, nulla è mai perfetto e il modo migliore per migliorare il tuo prodotto è ottenere feedback dai clienti reali. Quindi con il senno di poi penso che avremmo potuto lanciarlo prima, ma alla fine tutto ha funzionato.

 

EU-Startups.com: Dove ti piace vedere la tua attività (PressDoc.com) tra 3 anni?

 

Marc Köhlbrugge: Alla fine, la PR scende per raggiungere e rilevanza. I nostri clienti vogliono raggiungere quante più persone pertinenti possibile. Tra 3 anni vorrei fornire ai nostri clienti un servizio che consenta loro di raggiungere tutti coloro che potrebbero essere interessati a sentire il loro annuncio. Sia direttamente, sia attraverso un mezzo come blogger, utenti dei social media o qualsiasi altra innovazione che potrebbe esistere da allora.

 

EU-Startups.com: Cosa faresti per vivere se non avessi avviato un’attività?

 

Marc Köhlbrugge: Probabilmente sarei un designer dell’agenzia di web design. In effetti, ho fatto un’intervista sul mio lavoro di progettazione un paio di mesi prima di diventare un vero imprenditore, quindi se vuoi avere una prospettiva su come ho guardato le cose allora, e confrontarlo con quello che sto dicendo ora, allora puoi leggilo qui .

 

EU-Startups.com: Qual è stata la tua peggior idea imprenditoriale?

 

Marc Köhlbrugge: Buona domanda. Non sono sicuro che un’idea possa essere intrinsecamente negativa, perché è comunque solo un punto di partenza, ma immagino che le idee su cui non si agisce siano le peggiori. Potrebbero comunque avere perfettamente senso dal punto di vista aziendale, ma se non continuano a ispirarti ad agire, perdono qualcosa di vitale.

 

EU-Startups.com: Quali sono i tuoi pensieri sulla scena di avvio all’interno dell’Unione europea: pensi che diventerà mai competitivo rispetto alla scena americana?

 

Marc Köhlbrugge: Onestamente non ne ho idea. Sono stato a valle una volta e lo spirito imprenditoriale è stato grandioso. Ma abbiamo anche alcune aziende dirompenti in Europa, come Spotify, che penso cambierà il modo in cui i consumatori pensano alla proprietà dei contenuti e, naturalmente, Skype qualche tempo fa che ha fatto qualcosa di simile per le telecomunicazioni. Dovrò pensarci un po ‘di più, ma potresti obiettare che siamo abbastanza bravi a sconvolgere i mercati esistenti, dove gli Stati Uniti potrebbero essere migliori nell’inventarne di nuovi. Come nota a margine, con il fatto che il “locale” sta diventando sempre più importante (Groupon, Foursquare, ecc.), Penso che ci siano molte opportunità per gli imprenditori europei senza necessariamente preoccuparsi della concorrenza americana. Non vedo l’ora di vedere come andrà a finire.