Qual è la proprietà intellettuale?

La proprietà intellettuale (IP) è un termine generale per i diritti riconosciuti dalla legge per le creazioni della mente, tra cui:

  • Brevetti – diritti concessi agli inventori per invenzioni nuove e utili.

  • Marchi commerciali – diritti concessi alle imprese in relazione al marchio dei loro prodotti e servizi (nomi di società, prodotti e servizi).

  • Diritti d’autore – diritti concessi agli autori per espressioni tangibili di idee (arte, letteratura, musica, codice software, piani architettonici).

  • Segreti commerciali – diritti concessi alle imprese in relazione alle loro risorse immateriali uniche e di valore (processi aziendali, elenchi di clienti e clienti, procedure, pratiche, formule, note di ricerca, dati di mercato).

Tipi di brevetti

Esistono 3 tipi di brevetti di cui ogni startup dovrebbe essere a conoscenza:

  • Brevetti di utilità – Secondo l’ USPTO , i brevetti di utilità sono per invenzioni, “… di un nuovo e utile processo, macchina, produzione o composizione di materia, o un nuovo e utile miglioramento della stessa.” I brevetti di utilità sono per la protezione di come viene usata un’invenzione e di come funziona.

  • Brevetti del metodo aziendale – I metodi commerciali sono anche protetti dalla legge sui brevetti. Un brevetto di metodo commerciale è in realtà una forma di brevetto di utilità che protegge i nuovi metodi di fare business, come quelli utilizzati, ad esempio, nel settore bancario, la conformità fiscale e l’e-commerce, per citarne alcuni.

  • Brevetti di design – I brevetti di design , descritti dall’USPTO , sono “Rilasciati per un nuovo design originale e ornamentale incorporato o applicato a un articolo di fabbricazione”. Un brevetto di design “consente al suo proprietario di escludere altri dal creare, usando , o vendendo il design. “Un brevetto di design può fornire protezione per IP quando un brevetto di utilità non è disponibile.

Tutti e tre i tipi di brevetti dovrebbero essere considerati da una startup come parte della sua strategia di protezione IP.

Perché la proprietà intellettuale è importante per una startup?

Se la tua attività di avvio o fase iniziale dispone di diritti IP:

  • Rivolgiti al mondo per affermare che possiedi questi diritti registrandoli all’Ufficio del copyright o all’Ufficio brevetti e marchi e utilizzando i simboli di avviso appropriati sui materiali tangibili che contengono il tuo IP (©, ® e il brevetto in attesa di approvazione). 

  • Impedisci a terze parti non autorizzate (contraffattori) di competere ingiustamente con te riproducendo le tue opere protette da copyright, utilizzando marchi simili in modo confuso sui loro prodotti, fabbricando / vendendo prodotti simili ai tuoi prodotti brevettati, o rubando i tuoi segreti commerciali .

  • Usa i tuoi diritti IP per generare entrate (1) vendendo direttamente prodotti e servizi protetti da copyright, di marca, brevettati o altri prodotti proprietari o (2) licenziando i tuoi diritti d’autore, marchi, brevetti e segreti commerciali ad altri in cambio di diritti d’autore.

  • Crea joint venture e alleanze con altre società per sviluppare e vendere nuovi prodotti e servizi combinando i tuoi diritti IP con la proprietà intellettuale di proprietà dei tuoi partner strategici.

Passi importanti per le startup da adottare per la protezione della proprietà intellettuale


consulente legale per la proprietà intellettuale

diritti di proprietà intellettuale funzionano come monopoli sanciti dai governi e l’esclusività può potenzialmente renderli molto preziosi. Per questo motivo, la legge sulla proprietà intellettuale è complicata e impone ai proprietari di IP vari requisiti per rivendicare, proteggere e preservare i loro diritti IP (e impedire che le risorse IP cadano nel pubblico dominio- cioè, disponibili per chiunque senza il permesso del proprietario). La tua startup avrà bisogno di un avvocato stimabile specializzato in diritto della proprietà intellettuale per aiutarti a escogitare una strategia efficace per la gestione e la protezione del tuo IP, e per evitare gli errori più comuni che possono avere gravi implicazioni legali e finanziarie.

Perché molti diritti IP dipendono dalla riservatezza (ad esempio, le invenzioni che sono state pubblicizzate prima di presentare una domanda di brevetto non possono essere brevettate – vedi la discussione di “EPD” sotto), un avvocato è il consulente ideale per una startup dal momento che gli avvocati sono eticamente e legalmente necessario per mantenere riservate tutte le comunicazioni. Un consulente IP non avvocato non ha obblighi di riservatezza rigorosa a meno che tu non abbia un contratto che impone tali obblighi.

Identifica la tua proprietà intellettuale

Fai un elenco completo di ogni idea imprenditoriale, invenzione, nuovo concetto di prodotto o servizio (o miglioramento o avanzamento di un prodotto / servizio esistente), nome del prodotto potenziale, slogan, logo, processo aziendale, nicchia di mercato o cliente o altra idea proprietaria che pensi che la tua startup possieda e sia unica e potenzialmente preziosaIl tuo avvocato può aiutarti a capire se queste idee, concetti, invenzioni, nomi e processi aziendali sono qualificati come potenziali brevetti, diritti d’autore, marchi o segreti commerciali.

Assicurati di possedere la proprietà intellettuale

Prima di poter determinare se il tuo IP è protetto (incluso, ad esempio, registrandolo in Italia o all’estero) dovrai confermare che la tua azienda possiede effettivamente l’IP (e puoi continuare a possederlo se le cose accadono in futuro):

  • I tuoi ex datori di lavoro possiedono l’IP? Se tu ei tuoi co-fondatori avete creato l’IP per la vostra startup mentre siete impiegati presso altre aziende, controllate i vostri vecchi contratti di lavoro per assicurarvi che i vostri precedenti datori di lavoro non abbiano fondati motivi per un potenziale reclamo. Se hai sviluppato le idee della tua nuova impresa durante l’orario di lavoro o durante l’utilizzo delle risorse del precedente datore di lavoro, potresti essere a rischio.

  • Cosa succede se tu ei tuoi co-fondatori si separano? L’avvio dovrebbe continuare a possedere l’IP anche se uno o più fondatori escono dalla porta. Non vuoi che un ex fondatore crei un identico business in competizione. Chiedete al vostro avvocato di PI di redigere un semplice contratto di Assegnazione di Proprietà Intellettuale che garantisca che la società sia proprietaria dell’IP anche se la relazione diventa aspra.

  • Hai ceduto i diritti sui contratti fai-da-te che hai redatto? Se la tua startup ha sottoscritto clienti o fornitori prima di assumere un avvocato (probabilmente per risparmiare), è necessario che il tuo avvocato riesamini tali accordi.Chiedi al tuo avvocato di leggere tutti i tuoi contratti esistenti per assicurarti di non aver accettato termini che garantiscano più diritti IP ai tuoi clienti e ai tuoi fornitori di quanto assolutamente necessario.

Ricerca la tua proprietà intellettuale

Una volta che hai un elenco dell’IP significativo della tua startup, devi confermare fino a che punto tale IP sia unico e originale (e quindi legalmente protetto).

Cerca nei registri dei brevetti per vedere se la tua invenzione (o qualcosa di molto simile) è già stata brevettata. Quindi fai una ricerca “precedente” su Internet per scoprire se esiste già una versione non brevettata della tua invenzione. Se la tua invenzione o una parte essenziale di essa è già presente nei registri dei brevetti o nel mondo, non sarai in grado di brevettarla.

Allo stesso modo, dovrai cercare nel database dei marchi e in generale su Internet per verificare se i potenziali nomi di attività e prodotti del tuo avvio sono disponibili. Se nomi simili sono già in uso sul mercato su prodotti simili (o se nomi simili sono stati richiesti o registrati presso l’USPTO per prodotti simili), tali marchi potrebbero non essere disponibili.

Evita l’attivazione di Public Disclosure (EPD)

Come accennato in precedenza, la riservatezza è cruciale per le invenzioni brevettabili . Una volta che un’invenzione è stata “divulgata pubblicamente” dall’inventore, ha solo un anno per presentare una domanda di brevetto. Il concetto legale di abilitazione della divulgazione pubblica (che aiuta a determinare quale livello di divulgazione avvia il funzionamento dell’orologio) significa che hai pubblicizzato abbastanza informazioni sul tuo prodotto per consentire a qualcun altro nel tuo settore di copiarlo. Le fiere, le dimostrazioni ai potenziali investitori, i comunicati stampa e gli articoli nelle pubblicazioni commerciali possono essere particolarmente rischiosi per l’attivazione di EPD se non si prevede di archiviare rapidamente da allora in poi.

Il tuo avvocato IP può aiutarti a evitare l’EPD mentre sviluppi e collaudi il tuo prodotto.

Scegli le tue battaglie di proprietà intellettuale

Il denaro è scarso per la maggior parte delle startup, quindi ti consigliamo di mappare con il tuo avvocato IP quali brevetti, registrazioni e altre spese legate alla PI devono essere prioritarie rispetto ad altri. Ad esempio, potresti decidere di cercare inizialmente la protezione del brevetto solo per il prodotto principale dell’azienda e proteggere altre invenzioni come segreti commerciali utilizzando accordi di riservatezza . Allo stesso modo, è possibile decidere di registrare inizialmente solo il marchio principale della società come marchio. Ulteriori brevetti e registrazioni possono essere rinviati fino a quando non saranno disponibili più fondi.

Proteggi la tua proprietà intellettuale dagli investitori

Se stai promuovendo la tua startup a potenziali investitori nel tentativo di raccogliere fondi, dovrai rivelare almeno alcune delle tue informazioni proprietarie a loro. Per evitare qualsiasi perdita dei tuoi diritti IP, assicurati di:

  • Tenere un registro accurato di chi ha avuto accesso alla nota di collocamento privato, al business plan o alle presentazioni di diapositive e chiedere ai potenziali investitori di (1) confermare per iscritto, attraverso accordi di non divulgazione (NDA), che non copieranno o condividere tali materiali con altri e (2) restituire o distruggere tutte le copie cartacee ed elettroniche dei materiali se decidono di non investire.

  • Distribuisci copie cartacee o elettroniche dei tuoi materiali per gli investitori solo a un numero limitato di potenziali investitori preselezionati e ai loro consulenti. Meno copie sono in circolazione, meglio è.

Proteggi la tua proprietà intellettuale da dipendenti e appaltatori

Per impedire a dipendenti e consulenti che lavorano per la tua azienda di rubare le tue preziose risorse IP e rivelarle ai concorrenti (o avviare la propria attività per competere con te), avrai bisogno che firmino le NDA per mantenere le informazioni aziendali riservate, cioè, non divulgare informazioni aziendali a terzi. Gli accordi dovrebbero includere anche il riconoscimento che tutti i diritti sulle invenzioni o sul materiale protetto da copyright creati da loro mentre lavorano per la vostra azienda vengono automaticamente trasferiti e di proprietà della vostra azienda. (Il tuo avvocato può redigere un modello di contratto per dipendente / consulente per te.)

Proteggi la tua proprietà intellettuale a livello globale

Molte startup non riescono a riconoscere l’importanza di proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale al di fuori della Comunità Europea. La domanda di brevetto nella Comunità Europea è il posto giusto per iniziare, le startup devono considerare una strategia di brevetto internazionale se ritengono che le loro invenzioni saranno vendute in altri paesi. Come parte di tale strategia, le startup dovrebbero prendere in considerazione la presentazione di una domanda di brevetto internazionale ai sensi delle disposizioni del Trattato di cooperazione in materia di brevetti (PCT). Una domanda di brevetto tramite PCT fornisce protezione in oltre 100 paesi a 18 mesi per consentire la deposizione di brevetti in quei paesi in cui si richiede protezione.

domanda di brevetto provvisorio

Una domanda di brevetto provvisorio è un documento che stabilisce una data di deposito anticipato per la successiva presentazione di un brevetto di utilità non provvisorio. Inoltre, consente al richiedente di utilizzare il termine “In attesa di brevetto” nei documenti che descrivono la sua invenzione.

Il deposito per il brevetto non provvisorio deve essere effettuato entro 12 mesi dalla domanda di brevetto provvisorio. Una domanda di brevetto provvisorio richiede l’inclusione di una specifica, ma è presentata senza una richiesta formale di brevetto, giuramento o dichiarazione o dichiarazione di divulgazione di informazioni .

Supporto per le startup

Se hai bisogno di aiuto per identificare o proteggere la tua proprietà intellettuale di avvio o di business della fase iniziale, contattaci per una consulenza!