6 CEO rivelano cosa si prova a essere l'amministratore delegato di una startup

Come si fa a diventare amministratore delegato (CEO) di una startup e fare del suo meglio? Tecnicamente, la maggior parte dei fondatori di startup finisce per presentare la posizione di amministratore delegato, ma in genere le persone che si sono distinte in qualche modo e che hanno forti caratteristiche di leadership finiscono per ottenere il lavoro.

Essere l’amministratore delegato di una startup è uno dei ruoli più impegnativi là fuori. Il tuo compito è costruire un prodotto che i clienti amano; reclutare una squadra; trovare finanziamenti da clienti, partner o investitori; e conduci il tuo team a costruire una grande azienda in grado di resistere alla prova del tempo. Queste sono le esperienze di alcuni CEO.

1. Jason M. Lemkin , co-fondatore / CEO EchoSign

Le persone si preoccuperanno effettivamente di ciò che pensi in un modo che non hai mai sperimentato prima. Anche se sei solo un amministratore delegato di un’azienda di 10 persone, i tuoi clienti se ne occuperanno, anche se sono 10.000 volte più grandi di te. La tua squadra se ne occuperà. Il CEO è importante per chiunque abbia un impatto sul prodotto.

Penserai di dimetterti ad un certo punto, non importa se non lo ammetti mai. C’è una ragione per cui Elon Musk non ha iniziato come CEO di Tesla, né Marc Benioff ha iniziato come CEO di Salesforce, anche se hanno scritto i primi assegni. Amico, è difficile. Non dire a nessuno quando hai questi pensieri. Tranne forse il tuo consulente più vicino.

2. Paul DeJoe , Fondatore e CEO di Ecquire

Molto difficile dormire quasi tutte le sere della settimana. I fine settimana non significano più niente per te. Chiudere un round di finanziamento non è un sollievo. Significa che più persone dipendono da te per trasformare il loro investimento in venti volte quello che ti hanno dato.

È molto difficile “spegnerlo”. Allo stesso tempo, la televisione, i film e le vacanze diventano così noiosi per te quando il futuro della tua azienda potrebbe essere nella tua casella di posta o nei risultati di una nuova Test A / B che decidi di eseguire.

Ti senti in colpa quando stai facendo qualcosa che ti piace fare al di fuori dell’azienda. Solo attraverso anni di lotta con questa lotta interna, riconosci come la parola “equilibrio” sia un’arte tanto importante quanto qualsiasi altra abilità che potresti mai sperare di avere.

3. Josh Abramson , precedentemente co-fondatore / CEO Connected Ventures (CollegeHumor.com, BustedTees.com, Vimeo.com), attualmente CEO BustedTees.com

Penso che la cosa più interessante della gestione di una start-up di cui sei appassionato sia che non ti sembra di lavorare. Io e i miei co-fondatori abbiamo vissuto e lavorato insieme nello stesso appartamento per quasi 6 anni, quindi abbiamo praticamente lavorato 24 ore su 24, 7 giorni su 7, dato che parlavamo costantemente anche se eravamo fuori a una festa.

Non mi sono preso una vacanza adeguata per alcuni anni, e quando alla fine l’ho fatto ho deciso di non portare il mio laptop in modo da potermi rilassare un po ‘… poi ho capito rapidamente che in realtà era molto di più stressante per me che passare una giornata normale in ufficio.

4. Lee Johnson , fondatore. CEO di FlightOffice

Mi manca il processo di codifica, risoluzione dei problemi di ingegneria e mancanza di responsabilità. ma, in cambio, riesco a controllare il mio destino e guidare la mia visione. Posso creare qualcosa di grandioso e vederlo attraverso tutte le fasi del processo, alla fine ho il controllo su quale strada percorreremo. Non lo scambierei per niente.

Non avrei mai immaginato quanto essere un CEO di una startup mi avrebbe completamente trasformato come persona. Sono il fondatore della mia azienda (e ho ricoperto il titolo di CEO), ma per i primi 2-3 anni non ho fatto altro. L’anno scorso sono diventato CEO e questa è stata una delle transizioni più difficili ma più gratificanti che ho vissuto nella mia vita.

La vita di un amministratore delegato dovrebbe riguardare la comunicazione e il collegamento con le persone come parte del processo di esecuzione con successo su una visione.

5. Deena Varshavskaya , fondatore e CEO di Wanelo.com

È incredibilmente divertente. Sei appassionato di un problema e di un’opportunità e non hai bisogno di alcun motivo per perseguirlo oltre al godimento intrinseco di costruire qualcosa che ami. Di solito hai qualche grande sfida, ma indovina un po ‘? – hai scelto di affrontare queste sfide perché, se non le avessi, ti annoierai a morte quotidianamente.

La tua startup è il tuo territorio per una crescita personale senza fine. Puoi spingere letteralmente la tua zona di comfort ogni giorno e questa è un’incredibile opportunità. Le sfide che superi, le cose che impari su te stesso, il valore che crei, le persone che conosci e ti danno un senso di libertà, gioco e potenziamento.

6. Darren Wang , Fondatore, CEO di owlting.com, obook.com

Dal primo giorno, inizierai a sentire pressione poiché scommetti tutti i tuoi soldi in il conto dell’azienda. Il modo migliore per descrivere il mio stato è il mio sonno, prima di avviare la compagnia, ho sempre dormito soddisfacente all’85-95%. Dopo che la società si è registrata e ha iniziato a bruciare denaro, l’indice soddisfacente scende al 40% -50%. Pensi sempre a tutto ciò che riguarda i lavori anche nel sogno.

Questo argomento è apparso originariamente su Quora.

Questa è la routine quotidiana di Warren Buffett

Warren Buffett è un investitore da miliardi di dollari. È anche un filantropo. Buffett è considerato uno dei più grandi e riusciti investitori al mondo. In qualità di Presidente e Amministratore Delegato di Berkshire Hathaway Inc., Buffett ha investito in una vasta gamma di società.

Nel 2006, Buffett ha affidato la maggior parte della sua fortuna alla Fondazione Bill & Melinda Gates e a quattro fondi di beneficenza creati dalla sua famiglia. Queste sono alcune delle cose che sono importanti per lui su base giornaliera.

Buffet è una creatura abituale e trascorre circa l’80% della sua giornata – tutti i giorni – leggendo

Ciò significa che trascorre quasi tutto il suo tempo in profonda riflessione le cose che sono più importanti per lui e per i suoi affari. Ciò significa anche che non passa molto tempo alle riunioni.

Separa la lettura dei rendiconti finanziari da giornali e libri. Legge i rendiconti finanziari, le riviste e i rapporti dal suo ufficio. Dopo il lavoro, di solito legge giornali e libri. La chiave qui è concentrarsi su un materiale alla volta.

Aiuta anche a essere un lettore veloce. Quando è nella zona, spegne completamente tutto. Accende la televisione ma è disattivato. Di solito chiude le finestre. Niente è importante tranne quello che sta leggendo in quel momento.

Buffet è citato in quanto afferma che tre libri hanno modellato la sua filosofia di investimento. Per più di mezzo secolo, ha usato le informazioni fornite in questi tre libri per passare dal nulla – a un enorme patrimonio netto di 74 miliardi di dollari (2017). I tre libri che gli hanno dato questa saggezza sono The Wealth of Nations , di Adam Smith, Security Analysis , di Benjamin Graham e The Intelligent Investor , anche di Benjamin Graham.

Non passa la giornata a leggere perché deve. Lo ha progettato in questo modo

Per lui, il viaggio è la ricompensa. Si rese conto in giovane età che sul mercato azionario c’erano molti soldi da guadagnare e che con esso avrebbe avuto la libertà di progettare la vita che voleva vivere.

Alla domanda su come diventare più intelligente, Buffett una volta sollevò pile di carta e disse “leggi 500 pagine come questa ogni giorno. È così che si accumula la conoscenza, come l’interesse composto. “ Warren Buffett dice che si siede nel suo ufficio e legge tutto il giorno. È così che acquisisce più conoscenza e diventa più intelligente.

“Adoro giocare a bridge, parlo con i miei amici e praticamente non faccio nulla che non mi piace fare. Sono molto fortunato in questo … sono praticamente al comando del mio tempo, ma mi diverto molto a farlo. “

Quando Buffett ha incontrato Bill Gates per la prima volta in 1991, ha tirato fuori un diario per fissare un orario per incontrarsi o parlare in futuro. Ciò che ha impressionato Gates è stato il diario vuoto, Buffett racconta Levo League in un’intervista.

“Mantieni il controllo del tuo tempo. Non manterrai il controllo del tuo tempo a meno che tu non possa dire di no – non puoi permettere ad altre persone di impostare la tua agenda nella vita. “

È importante sviluppare la capacità di dire di no e proteggere il tuo tempo perché è la tua risorsa più preziosa.

Vive nella stessa modesta casa che ha comprato più di 40 anni fa e lavora nello stesso ufficio che ha comprato nello stesso periodo.

Entrambi questi posti si trovano a Omaha Nebraska, molto lontani dai centri finanziari del mondo. Raccoglie gli ospiti che lo visitano al Berkshire Hathaway stesso nella sua auto da $ 30.000 e spesso li porta da McDonald. Non il comportamento che ti aspetteresti da una delle persone più ricche e di maggior successo del mondo.

Il leggendario investitore Warren Buffett sintetizza le basi dell’investimento nella sua lettera annuale dell’azionista .

1. Mantenerlo semplice e costante: “Quando si promettono profitti rapidi, rispondere con un rapido” no “.

2. Concentrarsi sul quadro generale:” Concentrarsi sulla produttività futura di l’asset che stai considerando. Se non ti senti a tuo agio nel fare una stima approssimativa dei guadagni futuri del bene, dimenticalo e vai avanti. “

Buffett suggerisce anche come allocare:” I miei soldi, dovrei aggiungere, è dove la mia bocca è: ciò che consiglio qui è sostanzialmente identico a certe istruzioni che ho espresso nella mia volontà … Mettere il 10% della liquidità in titoli di stato a breve termine e il 90% in un fondo indicizzato S&P 500 a basso costo. (Suggerisco Vanguard. (VFINX)). “

Il buffet è ancora in gran parte disconnesso dal mondo online. Eppure riesce ancora a gestire le sue aziende molto bene. La lezione qui è che il più grande vantaggio del successo è la libertà di svegliarti ogni mattina e lavorare su qualcosa che ti appassiona e che ti rende soddisfatto. E inizia decidendo esattamente di cosa si tratta.