Intervista a Martin Poreda (kununu)

             

             

Di recente abbiamo avuto la possibilità di intervistare Martin Poreda, cofondatore e CEO di kununu . Con kununu.com i dipendenti sono abilitati a valutare le condizioni di lavoro presso le aziende per cui lavorano o hanno lavorato in passato. La giovane azienda è la principale piattaforma di valutazione per i datori di lavoro in Germania, Austria e Svizzera. Kununu è stata fondata nel 2007 e ha sede a Vienna.

 

EU-Startups.com: Chi ha avuto l’idea del kununu e cosa ti ha assicurato che fosse quello giusto?

 

Martin Poreda: L’idea del kununu si è evoluta durante la mia ricerca di lavoro dopo aver terminato gli studi. Non solo cercavo il lavoro ideale, ma anche un datore di lavoro adatto alle mie esigenze (benefici per i dipendenti) e stile di vita. Insoddisfatto delle possibilità per i dipendenti di ottenere informazioni privilegiate sul clima lavorativo e sui benefici dei datori di lavoro, ne ho parlato con mio fratello e abbiamo iniziato a costruire lo strumento, che ci mancavano entrambi: kununu

 

kununu non è stato il risultato di una sessione di brainstorming per la costruzione di una società Internet. L’idea in seguito si è evoluta da un “hobby-sideproject” (entrambi lavoravamo a tempo pieno) a un’azienda di successo con (oggi) 14 dipendenti e ancora in crescita.

 

EU-Startups.com: Come hai finanziato la fase di avvio di kununu e chi ha investito?

 

Martin Poreda: Prima abbiamo speso i nostri risparmi, poi i nostri genitori ci hanno sostenuto con dei soldi e il primo angelo degli affari era un nostro caro amico. Successivamente MediaLab (una joint venture delle due case editrici Madsack e WAZ – entrambe le società tedesche) ha finanziato il seed kununu, seguito da un altro angelo degli affari.

 

EU-Startups.com: Guardando indietro: cosa faresti diversamente nella fase di avvio e quali sarebbero stati i principali ostacoli del primo anno?

 

Martin Poreda: Penso che abbiamo fatto solo piccoli errori che non ci sono costati tanti soldi o “esperienza-dolore”. Al giorno d’oggi agirei diversamente nei rapporti con gli investitori, non fidarti dei “sostenitori” della tua idea che vogliono% per un “buon” consiglio. Il principale ostacolo è stato quello di trovare un investitore, che non voleva il 30% per 50k, la mancanza di un modello di business realistico, la chiusura di partnership con società che “l’hanno già fatto” e il superamento delle scetticismo da parte di investitori e potenziali clienti.

 

EU-Startups.com: Cosa rende kununu unico o migliore come piattaforme simili là fuori?

 

Martin Poreda: kununu è l’unica piattaforma gestita da specialisti nel campo delle risorse umane, vendite, pubbliche relazioni, marketing, controllo e IT. Altre piattaforme sono per lo più ancora one-man-show, senza base di utenti, rating, clienti, investitori e / o copertura stampa. Purtroppo i nostri “concorrenti” ci copiano piuttosto che essere una sfida per noi. I tentativi di copiare kununu non avranno mai successo perché siamo sempre impegnati nello sviluppo del prodotto. Alla fine, è una buona combinazione di conoscenze all’interno del team (risorse umane, vendite, IT …) gestire una piattaforma Internet con questo argomento, il sostegno e la fiducia dei nostri investitori che credono in noi, grandi partner (fe XING) e ovviamente la fiducia dei nostri utenti e clienti fedeli.

 

EU-Startups.com: Al momento kununu.com è disponibile solo in lingua tedesca. Hai in programma di entrare presto in altri mercati all’interno o all’esterno dell’UE?

 

Martin Poreda: In questo momento – il nostro obiettivo non è l’espansione geografica. “Focus” è uno dei nostri principi di gestione chiave e in questo momento ci stiamo concentrando sull’espansione della nostra leadership di mercato in Germania, Svizzera e Austria. Le risorse umane sono un affare di persone, ecco perché è importante mostrare la presenza reale – non solo digitale – nei paesi in cui gestite una piattaforma di “valutazione del datore di lavoro”.

 

EU-Startups.com: Quante persone lavorano per kununu in questo momento e come sostengono la cultura aziendale?

 

Martin Poreda: In questo momento siamo 14 persone. Nel 2010 abbiamo raddoppiato i nostri dipendenti e siamo molto orgogliosi di annunciare che paghiamo gli stipendi con il nostro flusso di cassa positivo e non con gli investitori. Nei prossimi 2-4 anni prevediamo di raddoppiare il nostro personale. Abbiamo imparato che la buona cultura aziendale si basa sulla comunicazione. Abbiamo, a seconda del dipartimento, incontri settimanali, una colazione mensile per la squadra e un evento di coccole trimestrale la sera. (la chiamiamo così) Le regolari riunioni del team durante il giorno sono lì per mantenere il flusso di informazioni e ogni membro del team sa quando risolvere i problemi ai fondatori o agli altri membri del team. Anche i fondatori cercano di vivere una politica a porte aperte e sono sempre aperti alle esigenze individuali. Come CEO abbiamo appreso che i dipendenti sono colpiti e apprezzati quando reagisci rapidamente alle loro richieste. A Kununu sosteniamo una cultura aziendale di apertura, onestà, lavoro di squadra e modestia e non accettiamo immersioni di alcun tipo.

 

EU-Startups.com: Che tipo di strategie di marketing usi per promuovere kununu.com?

 

Martin Poreda: Facilitiamo il passaparola, cerchiamo partnership con piattaforme legate alla carriera e investiamo in pr.

 

EU-Startups.com: Dove ti piace vedere la tua attività (kununu) tra 3 anni?

 

Martin Poreda: Tra 3 anni avremo più prodotti sul mercato su cui stiamo già lavorando, faremo crescere il nostro team in tutti i reparti e cresceremo costantemente in termini di fatturato, profitto, mentre ancora ottimizzare la nostra struttura e i nostri costi.

 

EU-Startups.com: Cosa faresti per vivere se non avessi avviato un’attività?

 

Martin Poreda: Sarei un dipendente infelice, chiedendomi ogni giorno perché sono così annoiato e sfidato al lavoro. Probabilmente sarei ancora nella gestione degli account chiave con una multinazionale – come ero prima di Kununu …

 

EU-Startups.com: Come è stata la tua esperienza con Vienna come sede per avviare un’azienda?

 

Martin Poreda: Vienna è un posto molto tranquillo per avviare un’azienda. A causa della nostra piccola scena di start-up (ma in crescita!) È ancora possibile assumere specialisti con moderati desideri salariali. La concorrenza per i dipendenti non è così dura come a Berlino o in altre città tedesche con un alto numero di aziende tecnologiche. La scena di start-up non è molto connessa ma i legami esistenti sono forti e nessuno sta trattenendo la propria esperienza con finanziamenti, tecnologia e sviluppo del prodotto. La mancanza di finanziamenti di seed, business angels o VC è ancora immanente per le start-up su Internet.

 

Intervista a Martin Zapart (YOUTAILOR)

             

             

Oggi abbiamo intervistato Martin Zapart, fondatore e amministratore delegato di YOUTAILOR – uno dei principali negozi online di camicie su misura, camicette su misura e abiti personalizzati. La giovane azienda è stata fondata a Vienna alla fine del 2008.

 

EU-Startups.com: Quando tu o i tuoi partner avete avuto l’idea di YOUTAYLOR e cosa vi ha assicurato che fosse quello giusto?

 

Martin Zapart: Nel 2003 ho scritto un business plan per una lezione all’università che era la nascita del modello di business di YOUTAILOR. Questo piano è stato anche il vincitore di un concorso per business plan. Questo ci ha reso fiduciosi di iniziare un giorno. Dopo aver lavorato come consulente e essermi diplomato presso la Business School, io e i miei partner abbiamo fondato un concept di negozio di moda che produceva e vendeva camicie e anche camicie su misura. Dopo che questa azienda si è espansa molto rapidamente, abbiamo deciso di venderla e il momento era finalmente giusto per iniziare l’attività online che abbiamo chiamato YOUTAILOR. Era la fine del 2008.

 

EU-Startups.com: Come hai finanziato la fase di avvio di YOUTAYLOR e quali sono stati i principali ostacoli del primo anno?

 

Martin Zapart: I nostri primi investimenti sono stati finanziati da noi. Dopo un po ‘abbiamo fatto domanda per un prestito sostenuto dal governo. Ci siamo resi rapidamente conto che per far crescere questo business era necessaria una maggiore quantità di denaro. Quindi abbiamo deciso di fare il nostro primo round VC. Avevamo circa 4 buone offerte in cui abbiamo scelto il pacchetto migliore. 6 mesi dopo abbiamo già fatto il nostro secondo round VC. Il finanziamento non è mai stato un problema.

 

EU-Startups.com: Guardando indietro, cosa faresti diversamente nella fase di avvio?

 

Martin Zapart: Ci sono state molte lezioni apprese e molte cose minori che avrei fatto diversamente. Ma forse avrei scelto un piano di crescita più moderato perché la velocità della nostra crescita ha causato alcuni gravi problemi …

 

EU-Startups.com: Cosa rende YOUTAYLOR unico o migliore di altri negozi online per la moda su misura là fuori?

 

Martin Zapart: Cerchiamo di migliorare le cose rispetto ai nostri concorrenti. Inizia con il servizio, la qualità del prodotto, la velocità di consegna, l’usabilità del nostro sito Web e la gamma di prodotti. La nostra chiave del successo è l’alta qualità e il basso rischio per il cliente
grazie alla nostra offerta unica la garanzia di soddisfazione. Cosa ci separa chiaramente
dai nostri concorrenti è che non abbiamo avviato un sito Web e cercato fornitori ma
inizialmente eravamo produttori di abiti personalizzati e costruivamo un sito Web come distribuzione
canale.

 

EU-Startups.com: Hai piani per entrare in altri mercati all’interno o all’esterno dell’UE nel 2011?

 

Martin Zapart: Ci siamo appena espansi in Spagna e in Italia e nel 2011 ci concentriamo sul mercato dell’UE. Ma stiamo anche guardando molto da vicino al mercato statunitense …

 

EU-Startups.com: Quante persone lavorano per YOUTAYLOR in questo momento e come si sostiene la cultura aziendale?

 

Martin Zapart: Ci sono quasi 100 persone nel nostro libro paga. Questo è molto per una startup così giovane. Questa quantità di persone ha bisogno di un’organizzazione strutturata e di una leadership. Ma sono contento di non aver perso il nostro fascino iniziale e le relazioni familiari come nel
azienda.

 

EU-Startups.com: Cosa faresti per vivere se non avessi iniziato YOUTAYLOR?

 

Martin Zapart: Sono sicuro che avrei avviato un’altra attività, ma piuttosto non online.

 

EU-Startups.com: Come è stata la tua esperienza con Vienna come sede per avviare un’azienda?

 

Martin Zapart: Dopo aver avviato la nostra attività a Vienna ci siamo resi conto rapidamente che Vienna ha risorse e infrastrutture limitate per le attività online in rapida crescita. Ecco perché
ci siamo trasferiti a Berlino alla fine del 2009 e siamo passati da poche persone a circa 100 entro 12
mesi. Non so se questo sarebbe possibile a Vienna.